3 Agosto 2022: le immagini e le notizie di oggi

3 Ago, 2022
In evidenza | News | Notiziario

(30Science.com) – Roma, 3 ago. – Le immagini e le notizie di oggi.

IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

IN EVIDENZA

INGV nello spazio con Hermes

.

PRIMO PIANO

Ripristinate funzioni cellulari in alcuni maiali un’ora dopo la morte

Le funzioni cellulari di alcuni maiali sono state ripristinate a distanza di un’ora dal decesso dell’animale, inteso come l’arresto dell’attività cardiaca. Questo interessante e incoraggiante risultato emerge da uno studio, pubblicato sulla rivista Nature, condotto dagli scienziati della Yale School of Medicine, che hanno utilizzato un modello animale per valutare la possibilità di ripristinare la funzionalità delle cellule dopo la morte. Entro pochi minuti dall’arresto del battito cardiaco, spiegano gli autori, si verifica una serie di eventi biochimici che dipendono dall’assenza del flusso sanguigno, di ossigeno e sostanze nutritive indispensabili per la salute delle cellule. L’insufficienza cellulare potrebbe però essere ritardata o invertita tramite una nuova tecnologia che fornisce un fluido cellulare protettivo, progettato per organi e tessuti, in grado di ripristinare la circolazione sanguigna e altre funzioni cellulari a distanza di un’ora dal decesso dell’organismo. Il team, guidato da David Andrijevic e Nenad Sestan, ha testato l’approccio innovativo, chiamato OrganEx, in un gruppo di maiali.

APPROFONDIMENTO

Formaggio norvegese Jarlsberg contiene sostanze utili contro l’osteoporosi

Una piccola porzione giornaliera (57 g) di formaggio del marchio Jarlsberg può aiutare a prevenire il diradamento osseo causato da osteopenia e osteoporosi, senza aumentare il colesterolo cattivo. A suggerirlo, i risultati di un piccolo studio clinico comparativo, pubblicato sulla rivista ad accesso aperto BMJ Nutrition Prevention & Salute. Gli effetti sembrano essere specifici di questo tipo di formaggio, indicano i risultati. Jarlsberg è un formaggio dolce e semi-morbido, dal sapore di nocciola, prodotto con latte vaccino, con occhiatura regolare. Proviene dalla città di Jarlsberg, nella Norvegia orientale. Ricerche precedenti indicano che può aiutare ad aumentare i livelli di osteocalcina, un ormone associato a ossa e denti forti, ma non è chiaro se questo effetto sia specifico di Jarlsberg o di qualsiasi tipo di formaggio. Nel tentativo di scoprirlo, i ricercatori hanno studiato 66 donne sane (età media 33; BMI medio di 24) alle quali è stato assegnato in modo casuale di aggiungere una porzione giornaliera di 57 g di Jarlsberg (41) o 50 g di formaggio Camembert (25) alla loro dieta per 6 settimane. Alla fine di questo periodo, il gruppo che mangiava il camembert è stato spostato al formaggio Jarlsberg per altre sei settimane. Jarlsberg e Camembert hanno contenuti simili di grassi e proteine, ma a differenza del Camembert, Jarlsberg è ricco di vitamina K2, nota anche come menachinone (MK), di cui esistono diverse varietà.

Non è vero che le donne vivono più degli uomini, lo studio

Gli uomini hanno un’alta probabilità – tra il 25% e il 50% – di vivere di più delle donne, sfidando l’opinione diffusa secondo cui gli uomini semplicemente non vivono quanto le donne. A rivelarlo, un’analisi statistica della Syddansk Universitet, in Danimarca che copre 200 anni in tutti i continenti del globo, pubblicata sulla rivista ad accesso libero BMJ Open. I ricercatori sottolineano che a volte grandi differenze nell’aspettativa di vita mascherano una sostanziale sovrapposizione nella durata della vita tra i sessi. Il vantaggio della sopravvivenza femminile è stato osservato nel tempo in molte popolazioni diverse. Ma le differenze di sesso nella sopravvivenza sono spesso identificate confrontando l’aspettativa di vita, che riassume la durata media della vita, piuttosto che gli anni vissuti, e questo è stato interpretato come “gli uomini non vivono quanto le donne”. I ricercatori hanno utilizzato un particolare approccio statistico per studiare le differenze di sesso nei decessi in 199 popolazioni di ogni continente in un periodo di 200 anni.

 

TRANSIZIONE ECOLOGICA

Dai PFAS non si salva nemmeno l’acqua piovana

Le sostanze per- e perfluoroalchiliche (PFAS) possono essere rintracciate nelle acque piovane nelle regioni più remote della Terra. Questo inquietante risultato emerge da uno studio, pubblicato sulla rivista Environmental Science & Technology, condotto dagli scienziati dell’Università di Stoccolma e del Politecnico federale di Zurigo (ETH). Il team, guidato da Ian Cousins, ha valutato la presenza di PFAS, sostanze chimiche artificiali potenzialmente pericolose, in diversi ambienti ed ecosistemi terrestri. Negli ultimi 20 anni, riportano gli autori, le soglie per i valori limite relativi alla presenza di questi inquinanti sono diminuite drasticamente a causa delle informazioni sulla loro tossicità. “Per fare solo un esempio – osserva Cousins – il valore guida dell’acido perfluoroottanoico cancerogeno (PFOA) nell’acqua potabile è diminuito di 37,5 milioni di volte in base alle linee guida statunitensi, il che implica che l’acqua piovana del pianeta non risulta sicura da bere.

Anthroponumbers, il database dei dati di impatto dell’uomo sull’ambiente

Un database accurato per quantificare l’impatto dell’umanità sul pianeta potrebbe essere utile per comprendere appieno la crisi climatica e i rischi per l’ambiente. A compiere un passo importante in questa direzione uno studio, descritto sulla rivista Patterns, condotto dagli scienziati della Stanford University, che hanno considerato oltre 300 aspetti chiave legati alla presenza dell’umanità, che sono stati riportati nella piattaforma Anthroponumbers.org. Il team, guidato da Griffin Chure, ha delineato il tipo di informazioni raccolte e come esse potrebbero essere utili per sensibilizzare la popolazione sull’emergenza climatica. “Il nostro scopo – afferma Chure – era quello di raggiungere una comprensione più profonda del modo in cui le attività umane possono provocare effetti a livello locale e globale”.

SCIENZA, RICERCA E ARCHEOLOGIA

ANVUR e MUR insieme agli atenei per università più europee

Internazionalizzazione della ricerca e della didattica e della loro valutazione, alleanze accademiche europee, corsi realizzati congiuntamente da diversi Atenei, titoli accademici europei, un’offerta formativa sempre più proiettata verso una prospettiva globale. Questi alcuni dei punti toccati ieri nella mattinata di confronto online, organizzata dall’ANVUR e dal MUR, dal titolo “Le università italiane verso uno spazio europeo dell’alta formazione – Sfide, prospettive, strategie condivise”, cui hanno partecipato anche la Conferenza dei rettori (CRUI), e i rappresentanti di Atenei coinvolti in Alleanze europee o presenti in ambito internazionale (nello specifico Bologna, Milano, Pavia, Torino, Politecnico di Torino e Uninettuno). Dopo i saluti introduttivi del Segretario generale del MUR, dott.ssa Maria Letizia Melina, del Presidente dell’ANVUR, prof. Antonio Felice Uricchio, e del Delegato all’internazionalizzazione della CRUI, prof. Maurizio Tira, sono intervenuti i Direttori generali del MUR, dott. Gianluigi Consoli, Marcella Gargano e Gianluca Cerracchio, sul tema Le università italiane nel panorama dell’alta formazione europea e la strategia nazionale, la prof.ssa Marilena Maniaci, consigliere ANVUR con delega all’internazionalizzazione, che ha parlato di ANVUR e assicurazione della qualità nello spazio europeo della formazione superiore e il dott. Daniele Livon, Direttore dell’ANVUR, che si è soffermato su L’importanza della collaborazione interistituzionale: ambiti e opportunità.

CREA, il Castagno dei Cento Cavalli (CT) ha 2.200 anni

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Castagno dei Cento Cavalli, uno degli alberi più antichi e grandi al mondo, che si trova alle pendici dell’Etna in provincia di Catania, ha un’impronta genetica uniforme ed ha più di due millenni. Lo ha dimostrato uno studio del CREA pubblicato sull’ultimo numero di Forestry, la prestigiosa rivista internazionale di ricerca forestale.
Il Castagno dei Cento Cavalli eletto albero italiano dell’anno 2021, è un vero e proprio monumento vivente: il diametro medio del tronco misura 18 metri, la chioma copre un’area di circa mille metri quadrati. La leggenda narra che il suo nome nacque quando la regina Giovanna I d’Angiò nel XIII secolo si riparò da un temporale, sotto le sue impressionanti fronde, con tutti e 100 i suoi cavalieri. Da allora il castagno, visitato anche da Goethe e da molti altri letterati ed artisti, è stato chiamato “Il castagno dei 100 cavalli”.

Al PoliTo si rafforza rapporto con ERC grazie a finanziamenti MUR

Un ulteriore ed importante riconoscimento della validità della ricerca sviluppata al Politecnico di Torino, è arrivata nelle scorse settimane con l’annuncio ufficiale che ben cinque progetti già finanziati dallo European Research Council – ERC nelle tipologie Starting grant, Consolidator grant o Advanced grant hanno ricevuto un finanziamento aggiuntivo grazie al bando FARE – Framework per l’attrazione e il rafforzamento delle eccellenze per la ricerca in Italia del MIUR. Federico Bella, Laura Fabris, Andrea Lamberti, Michele Lancione e Alfonso Pagani potranno quindi beneficiare di risorse aggiuntive e complementari stanziate dal Ministero dell’Università e della Ricerca, che vanno ad aggiungersi a quelle del finanziamento europeo che sostiene progetti di ricerca eccellenti proposti da singoli ricercatori in tutte le aree disciplinari. I cinque progetti hanno ricevuto complessivamente un finanziamento che ammonta a 1.572.650 euro.

SPAZIO

Nuova foto Webb ultima foto Webb mostra la Galassia Ruota di Carro

Il telescopio spaziale James Webb della NASA ha scrutato nel caos della galassia Cartwheel. Una grande galassia rosa maculata che ricorda una ruota con un piccolo ovale interno, con un blu polveroso in mezzo a destra, con due galassie a spirale più piccole della stessa dimensione a sinistra su uno sfondo nero.
CREDITO
Crediti: NASA, ESA, CSA, STScI

La caotica Galassia Ruota di Carro è stata scrutata dal telescopio spaziale James Webb della NASA rivelando nuovi dettagli sulla formazione stellare e sul suo buco nero centrale. Il potente sguardo a infrarossi di Webb ha prodotto questa immagine dettagliata della Ruota di Carro, di due galassie compagne più piccole sullo sfondo e di molte altre galassie. Questa immagine offre una nuova visione di come la Galassia Cartwheel è cambiata nel corso di miliardi di anni. Webb è un programma internazionale guidato dalla NASA con i suoi partner, l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) e l’Agenzia Spaziale Canadese (CSA).
La Galassia Ruota di Carro (ESO 350-40), situata a circa 500 milioni di anni luce di distanza nella costellazione dello Scultore, è uno spettacolo raro. Il suo aspetto, molto simile a quello della ruota di un carro, è il risultato di un evento intenso: una collisione ad alta velocità tra una grande galassia a spirale e una galassia più piccola non visibile in questa immagine. Le collisioni di proporzioni galattiche causano una cascata di eventi diversi e minori tra le galassie coinvolte e la Cartwheel non fa eccezione.

SALUTE, MEDICINA E SANITA’

Quarta dose vaccino Pfeizer riduce rischio infezioni

La somministrazione della quarta dose del vaccino antiCovid BNT162b, sviluppato da Pfizer/BioNTech, sembra in grado di proteggere efficacemente dalle infezioni di SARS-CoV-2. Questo incoraggiante risultato emerge da uno studio, pubblicato sul Journal of American Medical Association Network Open, condotto dagli scienziati dell’Hadassah-Hebrew University Medical Center, del Clalit Health Services, del Tel Aviv Sourasky Medical Center e dello Shaare-Zedek Medical Center di Gerusalemme. Il team, guidato da Matan J. Cohen, ha considerato i dati relativi a 29.611 operatori sanitari israeliani, che tra agosto e settembre 2021 avevano ricevuto tre dosi di vaccino.

La prima mappa delle connessioni del sistema immunitario umano

Realizzare la prima mappa completa della rete di connessioni che compongono il sistema immunitario umano. Questo è l’obiettivo che ha guidato uno studio, pubblicato sulla rivista Nature, condotto dagli scienziati del Wellcome Sanger Institute e del Politecnico federale di Zurigo (ETH). Il team, guidato da Jarrod Shilts, ha mostrato per la prima volta il modo in cui le cellule di tutto il corpo si collegano e comunicano tra loro. Questi risultati, osservano gli autori, mostrano interazioni precedentemente sconosciute che gettano una nuova luce sull’organizzazione delle difese immunitarie dell’organismo. La mappa risultante potrebbe portare inoltre allo sviluppo di nuove immunoterapie per i pazienti oncologici, per le malattie infettive e una serie di altre condizioni cliniche.

Farmaco anticancro uccide plasmodio nelle cellule

Il farmaco antitumorale sperimentale Altiratinib, originariamente sviluppato come trattamento per il glioblastoma, sembra in grado di uccidere i parassiti associati alla toxoplasmosi e alla malaria. Lo rivela uno studio, pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine, condotto dagli scienziati del Centre national de la recherche scientifique e una serie di università e centri di ricerca francesi. Il team, guidato da Christopher Swale, ha esaminato una libreria di 514 farmaci approvati o sperimentali per individuare potenziali candidati in grado di inibire la replicazione del parassita Toxoplasma gondii.

 

TECNOLOGIA, MEDIA, SOCIETA’

Covid: in arrivo test rapido per la saliva efficace come PCR

Si chiama SLIDE, è un nuovo test salivare per Covid-19 che sembra efficace quanto la PCR. Descritto sulla rivista dell’American Chemical Society Sensors, questo nuovo metodo è stato sviluppato dagli scienziati della Pennsylvania State University. Il team, guidato da Weihua Guan, ha elaborato un esame diagnostico per identificare la presenza di SARS-CoV-2 tramite campioni di saliva. Il test, attualmente in fase di prototipo, combina velocità e semplicità di esecuzione con un’elevata sensibilità, superando i limiti degli attuali approcci per diagnosticare Covid-19. Il metodo sfrutta l’amplificazione isotermica mediata da loop di trascrizione inversa (RT-LAMP), che riesce a rilevare l’RNA virale con un livello di specificità e sensibilità simili a quelli caratteristici del test PCR.

Grazie ai punti quantici è possibile riprodurre la luce del giorno

Credit: tianya1223, Pixabay.

Un nuovo sistema di illuminazione intelligente, basato su punti quantici, è stato sviluppato per riprodurre in modo più accurato la luce del giorno. Il sistema è stato realizzato dai ricercatori dell’Università di Cambridge ed i loro risultati sono stati riportati sulla rivista Nature Communications.
I ricercatori hanno progettato dispositivi a luce bianca intelligenti e controllabili dal colore a partire da punti quantici – minuscoli semiconduttori di pochi miliardesimi di metro – che sono più efficienti e hanno una migliore saturazione del colore rispetto ai LED standard e possono riprodurre dinamicamente le condizioni di luce del giorno in un’unica luce. Si tratta di un sistema di illuminazione intelligente di nuova generazione utilizzando una combinazione di nanotecnologia, scienza del colore, metodi computazionali avanzati, elettronica e un processo di fabbricazione unico.

ANIMALI

A Milano Bicocca una task force per le tartarughe delle Maldive

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una task force per promuovere attività di monitoraggio, analisi e salvaguardia delle tartarughe marine dell’arcipelago delle Maldive, nell’Oceano Indiano. È quanto previsto da un accordo firmato dall’Università di Milano-Bicocca e dall’ABA – Associazione Benessere Animale, che consentirà di coniugare le competenze di veterinaria dell’associazione ABA con quelle di ecologia marina del MaRHE Center, il Centro di ricerca di eccellenza dell’Ateneo milanese, situato alle Maldive e dotato di grandi apparecchiature e laboratori all’avanguardia.
La task force sarà guidata da Paolo Galli, professore di Ecologia del dipartimento di Scienze dell’ambiente e della terra dell’Università e direttore del MaRHE Center, e dal veterinario Giordano Nardini, presidente dell’Associazione ABA e tra i massimi esperti mondiali nella cura delle tartarughe marine.
La collaborazione tra Milano-Bicocca e ABA è appena partita. Inizialmente si focalizzerà sulla ricerca di marcatori molecolari di stress nelle tartarughe marine: mediante l’analisi di un piccolo prelievo di sangue sui campioni di tartaruga recuperati in spiaggia o nell’oceano, l’equipe di ricercatori e veterinari potrà valutare lo stato di salute degli esemplari. L’analisi verrà effettuata di volta in volta mediante strumentazione all’avanguardia in grado di restituire valori dei parametri biochimici ed ematologici dei singoli campioni.

MOBILITA’

FS, al via l’Intercity Green

Inizia il viaggio del nuovo Intercity Green di Trenitalia (Gruppo FS Italiane). Un treno rinnovato nell’aspetto grazie a una speciale pellicolatura esterna e a una carrozza dedicata con sei posti bici, punti di ricarica, raccolta differenziata, area family e vending machine. Inoltre, sulle pareti della carrozza 3 i passeggeri troveranno messaggi sulla sostenibilità con il dettaglio del risparmio di CO2 per i viaggi in treno. Entro giugno 2023 tutta la flotta Intercity Giorno avrà a disposizione questa carrozza nella sua composizione completa. A bordo i passeggeri troveranno anche i primi sedili realizzati con tessuti composti da filati ottenuti da plastica riciclata, la cui produzione permette un risparmio, per ogni chilogrammo di filato, del 32 per cento di CO2, 94 per cento di acqua e 64 per cento di energia. Una scelta sostenibile che si ripeterà anche per le sedute dei prossimi treni ibridi Intercity fra le località della costa ionica.

USA, Michigan punta ad attrarre produttori di chip

La governatrice del Michigan, USA, Gretchen Whitmer ha affermato che il suo stato è ben posizionato per attirare nuovi investimenti nella produzione di chip dopo che il Congresso USA ha approvato nuovi sussidi per il settore per un valore di 52 miliardi di dollari. “Lo stato del Michigan è in una posizione unica”, ha detto la Whitmer alla “Reuters” in un’intervista.

Vitesco si unisce a consorzio per scambio batterie

Vitesco Technologies ha aderito allo Swappable Batteries Motorcycle Consortium (SBMC), dedicato ai sistemi di scambio batterie. Il consorzio è stato fondato nel 2021 dai produttori di due ruote Honda, KTM, Piaggio e Yamaha e ora conta 21 membri. “Aderendo allo Swappable Batteries Motorcycle Consortium, vogliamo contribuire a creare le condizioni affinché motociclette e scooter leggeri continuino a svolgere un ruolo centrale nella mobilità futura”, afferma Torsten Bellon, Head of Product Line Non-Automotive di Vitesco Technologies.

Lidar, accordo di fornitura tra Innoviz e Volkswagen

Innoviz Technologies fornirà hardware e software per la guida autonoma a Volkswagen AG in un accordo del valore di 4 miliardi di dollari, ha affermato la società israeliana. I componenti, inclusi i sensori lidar basati su laser, saranno utilizzati in sistemi avanzati di assistenza alla guida e in veicoli automatizzati di più marchi del Gruppo Volkswagen, a partire dalla metà del decennio, ha affermato Innoviz.

Uber, primo flusso di cassa trimestrale positivo 

Uber Technologies Inc ha registrato per la prima volta in assoluto un flusso di cassa trimestrale positivo e prevede un utile operativo del terzo trimestre superiore alle stime, poiché sempre più persone fanno affidamento sui suoi servizi per il trasporto e l’ordinazione di cibo. Uber ha generato un free cash flow di 382 milioni di dollari nel secondo trimestre, superando le aspettative degli analisti, con le sue corse che hanno superato i livelli registrati prima della pandemia, grazie alla riapertura degli uffici e all’aumento della domanda di spostamenti.

BMW, richiamo per iX e i4 negli Stati Uniti

La casa automobilistica BMW ha emesso un richiamo per un piccolo numero dei suoi veicoli elettrici iX e i4 negli Stati Uniti a causa di un possibile pericolo di incendio. Secondo la National Highway Traffic Safety Administration, l’ agenzia governativa statunitense che si occupa della sicurezza stradale, 56 iX e 27 i4 sono state “prodotti con una batteria ad alto voltaggio che potrebbe non essere stata realizzata secondo le specifiche del fornitore”.

BHP aumenterà ricerche di nichel

Il BHP Group aumenterà la sua spesa per l’esplorazione di giacimenti di nichel nei prossimi due anni per soddisfare la crescente domanda di questa materia prima utilizzata nella produzione di batterie per veicoli elettrici. BHP, attraverso la sua unità Nickel West, ha accordi di fornitura con Tesla e Toyota, e questo mese ha anche annunciato un accordo con Ford.

USA, cancellate accuse di frode per ex capo della sicurezza Uber

Un giudice statunitense ha accolto la richiesta dei pubblici ministeri di archiviare le accuse di frode contro l’ex capo della sicurezza di Uber Technologies Inc. L’uomo è sotto processo in relazione alla copertura di un attacco informatico del 2016 diretto contro Uber che ha colpito 57 milioni di passeggeri e conducenti.

Volvo Group verso impianto batterie in Svezia

Il Gruppo Volvo prevede di costruire un impianto di batterie in Svezia per la produzione in serie di pacchi batteria per i suoi veicoli commerciali pesanti. Volvo afferma di aver già individuato “un luogo ideale” per la fabbrica. Mariestad, nella provincia svedese di Skaraborgs, è il risultato di “un ampio studio di localizzazione del sito”, afferma Volvo Group.

Ascend Elements produrrà materiali per batterie in Kentucky

La società statunitense Ascend Elements ha annunciato l’intenzione di investire fino a un miliardo di dollari USA in una fabbrica per la produzione di materiali sostenibili per batterie per veicoli elettrici nel Kentucky sudoccidentale. L’inizio della produzione è previsto per la fine del 2023.

Ingka installerà 1.000 caricabatterie nei negozi Ikea

L’Ingka Group, che possiede la maggior parte dei negozi Ikea, afferma che installerà oltre mille punti di ricarica per veicoli elettrici nei negozi Ikea in Svezia e Norvegia. Entro la fine del 2024, Ikea Svezia aggiungerà 700 nuovi punti di ricarica e Ikea Norvegia più di 300 nuove stazioni di ricarica, ha affermato Ingka.

Madrid, bus vicino a livello passeggeri pre pandemia

L’Empresa Municipal de Transportes de Madrid (EMT Madrid), l’azienda spagnola che gestisce il servizio di trasporto pubblico di superficie nella città di Madrid, ha annunciato che i suoi autobus hanno trasportato oltre 25 milioni di passeggeri a luglio 2022, l’84,5 per cento dei livelli di passeggeri registrati nello stesso mese del 2019. Per tipo di rete, EMT Madrid ha riscontrato che il recupero dei passeggeri è stato particolarmente rilevante sulle linee notturne che, con un recupero di utenti dell’85,8 per cento, sono al di sopra della media di tutte le linee EMT nel loro insieme.(30Science.com)

X