11 Agosto 2022: le immagini e le notizie di oggi

11 Ago, 2022
In evidenza | News | Notiziario

(30Science.com) – Roma, 11 ago. – Le immagini e le notizie di oggi.

IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

PRIMO PIANO

Centrale di Zaporizhzhya: ISIN, in caso attacchi bellici producano danni evacuazione entro 20 km

“Stando a quanto dichiarato dalla IAEA nel comunicato del 9 agosto, vi sono state due azioni belliche contrto la Centrale di Zaporizhzhya che hanno portato, la prima il 5 agosto, a danneggiare la linea di alimentazione elettrica esterna, la seconda, del 6 agosto, parti di edifici nella zona presso la quale è stoccato a secco il combustibile nucleare esaurito. Non sono stati riportati danni ai contenitori del combustibile mentre è risultato danneggiato il sistema di monitoraggio radiometrico della zona. La IAEA dichiara che, sulla base di queste informazioni, non vi sono rischi immediati per la sicurezza nucleare. Lo ha chiarito in una nota ‘Ispettporato Nazionale per la sicurezza e la radioprotezione nucleare (ISIN) a fronte delle nuove preoccupazioni che arrivano sulla scorta di nuovi bombardamenti alla centrale elttronucleare in Ucraina. “La situazione – spiega Isin – continua però a destare molta preoccupazione, in quanto restano compromessi alcuni elementi importanti che contribuiscono ad assicurare il richiesto elevato livello di sicurezza, in particolare: la persistente indisponibilità di parte della rete di alimentazione elettrica esterna; l’impossibilità per il personale di gestire l’impianto in maniera autonoma, vista l’occupazione del sito, compresa l’impossibilità di accedere al centro di gestione delle emergenze sul sito; l’assenza di contatti regolari con l’autorità di regolamentazione competente”.

Al via sperimentazione clinica del vaccino antinfluenzale “universale”

È ora in corso la sperimentazione clinica di fase 1 per un candidato vaccino contro l’influenza A “universale” BPL-1357, presso il National Institutes of Health (NIH) Clinical Center degli Stati Uniti. In tutto il mondo, l’influenza provoca da 3 milioni a 5 milioni di malattie gravi e fino a 650mila decessi all’anno. Le pandemie di nuovi ceppi influenzali verso i quali le popolazioni non hanno immunità, come l’epidemia del 1918 che causò almeno 50 milioni di morti, sono potenzialmente più letali delle epidemie stagionali.In uno studio su animali non ancora sottoposto a revisione paritaria, topi e furetti hanno ricevuto il vaccino e sono sopravvissuti a dosi letali di 6 diversi ceppi influenzali, compresi i sottotipi non inclusi nei 4 ceppi di virus dell’influenza aviaria non infettivi, inattivati ​​che compongono il vaccino sperimentale.

Cornea sintetica riporta la vista a 20 pazienti

Impianto di cornea a base di proteine ​​di collagene dalla pelle di maiale.CREDITO Thor Balkhed/Università di Linköping

Un impianto a base di proteine a base di collagene della pelle di maiale è stato utilizzato per sostituire la cornea di 20 persone e restituire loro la vista. Descritto sulla rivista Nature Biotechnology, questo promettente risultato è stato ottenuto dagli scienziati dell’Università di Linköping (LiU) e di LinkoCare Life Sciences. Il team, guidato da Neil Lagali, ha sviluppato un impianto dalle proteine di collagene della pelle di maiale per offrire un possibile trattamento alternativo ai pazienti con cecità totale o parziale. Questo approccio, che non necessita del trapianto di cornea da donatori, può essere risolutivo per chi ha problemi di ipovisione. “Abbiamo realizzato un biomateriale – osserva Lagali – che soddisfa tutti criteri per essere impiegato negli impianti umani, per essere prodotto in serie e conservato fino a due anni. Queste caratteristiche ci permettono di superare i limiti derivanti dalla carenza di donatori”. Si stima che circa 12,7 milioni di persone in tutto il mondo sperimentino problemi di cornea, lo strato trasparente più esterno dell’occhio. Solo un paziente su 70, però, riceve un trapianto di cornea ed è difficile che l’operazione venga eseguita nei paesi a basso e medio reddito, in cui l’accesso alle cure è molto limitato. “Ci siamo concentrati su sicurezza ed efficacia – sottolinea Mehrdad Rafat, della LiU – abbiamo compiuto sforzi significativi per garantire che questo approccio possa essere disponibile ed economico, in modo da evitare discrepanze di possibilità in base al reddito”

 

APPROFONDIMENTO

Nuovo meccanismo apre strada a vaccino per cura pazienti oncologici

Un importante passo avanti nella nuova frontiera della lotta contro il cancro, quella che sfrutta il sistema immunitario: i ricercatori del laboratorio Armenise-Harvard di immunoregolazione presso IIGM (Italian Institute for Genomic Medicine) con sede presso l’IRCCS FPO di Candiolo (TO), diretto da Luigia Pace, hanno scoperto che e’ possibile indurre una risposta immunitaria efficace contro il tumore utilizzando un vaccino adenovirale, sicuro per l’uomo, che codifica per mutazioni presenti nelle cellule tumorali.. Lo studio è stato pubblicato il 10 agosto sulla prestigiosa rivista Science Translational Medicine, in collaborazione con la Biotech svizzero/italiana Nouscom. “Fino ad oggi il meccanismo con cui i vaccini adenovirali istruiscono il sistema immunitario a colpire le cellule tumorali non era noto e anche per questo la loro efficacia nel trattamento dei pazienti oncologici era dubbia.”, spiega Luigia Pace, direttrice del laboratorio di immunoregolazione “Armenise-Harvard” – “Con questa scoperta è stato compiuto un importante passo avanti, tanto che è ragionevole pensare che una terapia vaccinale basata su vettori adenovirali, potrà presto diventare una concreta opzione terapeutica in oncologia.” “Nei vaccini costruiti con vettori adenovirali si possono codificare un alto numero di mutazioni tumorali”, continua Luigia Pace, “In combinazione con i farmaci immunoterapici inibitori dei checkpoint (anti-PD-1), si sono dimostrati efficaci contro i tumori studiati.”

Anticorpo monoclonale riduce gli attacchi di asma nei giovani  negli USA

Un anticorpo monoclonale, il mepolizumab, ha ridotto del 27% gli attacchi di asma nei bambini e negli adolescenti con una forma di asma grave, secondo uno studio clinico del NHI – il Sistema Sanitario degli Stati Uniti. I partecipanti sono neri e ispanici e vivono in quartieri urbani a basso reddito. Questa popolazione è stata sottorappresentata in precedenti studi clinici di terapie per l’asma. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista The Lancet. I ricercatori dello studio hanno intrapreso un’analisi esplorativa innovativa dell’attività genica nelle cellule raccolte dalle secrezioni nasali dei partecipanti allo studio all’inizio e alla fine dello studio per cercare di aiutare a spiegare come funziona mepolizumab e collegarlo al suo effetto clinico. L’anticorpo ha ridotto l’attività di tre reti di geni associati all’infiammazione delle vie aeree e agli attacchi di asma nella popolazione in studio, ma non ha ridotto l’attività di altre sei reti simili. “L’asma richiede un pesante tributo, soprattutto sui bambini di colore in età scolare svantaggiati che vivono nelle aree urbane”, ha affermato Anthony S. Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID), parte degli Istituti nazionali della Salute e sponsor della sperimentazione.

Se riusciamo a parlare il merito è della laringe più semplice

Questo slideshow richiede JavaScript.

La semplificazione evolutiva nella laringe umana, che si è concretizzata nella perdita delle membrane vocali e delle sacche d’aria comuni, presenti nei primati non umani, potrebbe aver portato alla complessità acustica tipica del linguaggio. A questa conclusione giunge uno studio, pubblicato sulla rivista Science, condotto dagli scienziati dell’Università di Kyoto, dell’Università di Vienna e della Emory University. Il team, guidato da Takeshi Nishimura, ha esaminato la laringe di 29 generi e 44 specie di primati utilizzando la risonanza magnetica (MRI) e la tomografia computerizzata (TC). Gli esperti hanno scoperto che tutti i taxa non umani possedevano una membrana vocale del tutto assente nella nostra specie. I ricercatori hanno osservato l’attività di questa membrana durante le vocalizzazioni dei primati ed elaborato dei modelli anatomici per confrontare gli effetti acustici della vibrazione di questa membrana.

 

SALUTE, MEDICINA E SANITA’

Il lavoro intellettuale stanca come quello manuale

Un lavoro cognitivo prolungato per diverse ore può essere logorante come le attività fisiche intense. A scoprirlo uno studio, descritto sulla rivista Current Biology, condotto dagli scienziati dell’Università Pitié-Salpêtrière di Parigi. Il team, guidato da Mathias Pessiglione e Antonius Wiehler, ha utilizzato la spettroscopia di risonanza magnetica (MRS) per monitorare la chimica del cervello nel corso di una giornata lavorativa. Gli esperti hanno coinvolto partecipanti che si impegnavano in compiti cognitivamente stancanti e persone che invece svolgevano attività più rilassanti. I segni di affaticamento, come dilatazione della pupilla ridotta, sono stati osservati solo nel gruppo mentalmente provato, che mostrava livelli più elevati di glutammato nelle sinapsi della corteccia prefrontale del cervello.

Donne vegetariane rischiano di più frattura all’anca

La dieta vegetariana potrebbe esporre le donne a un rischio di frattura all’anca del 33 per cento più elevato rispetto alle controparti onnivore. A questo risultato giunge uno studio, pubblicato sulla rivista BioMed Central Medicine, condotto dagli scienziati dell’Università di Leeds, che hanno coinvolto oltre 26 mila donne britanniche di mezza età. Il team, guidato da James Webster, ha esaminato il rischio di frattura dell’anca in pescetariani e vegetariani. I ricercatori hanno valutato i dati relativi a un totale di 26.318 donne, reclutate durante un’età compresa tra 35 e 69 anni. Nel campione considerato, sono stati osservati 822 casi di frattura dell’anca in circa 20 anni, pari a circa il tre per cento della coorte.

Identificate le mutazioni nel cuore umano che invecchia

Le mutazioni somatiche che si accumulano nel cuore umano con l’età sono state identificate da un team di ricercatori della Harvard Medical School di Boston, negli USA.  I risultati, pubblicati in un articolo su Nature Aging, possono aiutarci a capire come la funzione del cuore diminuisce con l’età. Il DNA delle cellule che compongono il corpo umano, compreso il cuore, accumula errori – o mutazioni somatiche. Sebbene alcune mutazioni somatiche sembrino avere scarso effetto, altre, ad esempio, sono alla base dello sviluppo di cancro o possono contribuire all’invecchiamento fisiologico. Il loro accumulo nelle cellule del muscolo cardiaco può contribuire a un declino della funzione cellulare.

TRANSIZIONE ECOLOGICA

L’Artico si sta riscaldando quasi quattro volte più velocemente del resto del mondo

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Artico è la regione più sensibile al riscaldamento globale, secondo un articolo pubblicato su Communications Earth & Environment dagli esperti del Finnish Meteorological Institute di Helsinki. Gli autori affermano che questa regione si sta riscaldando quasi quattro volte più velocemente rispetto alla media globale. Studi precedenti hanno riportato che l’Artico si sta riscaldando, in media, tra il doppio e il triplo della velocità del resto del globo, un fenomeno chiamato amplificazione artica.

Coviello (Cnr-Iriss), il 55% delle case italiane esposte ad elevato rischio idrogeologico

“L’Italia conta per le calamità naturali 51,8 miliardi di dollari di danni subìti dal 2011 al 2021. In particolare, studi scientifici hanno previsto che il cambiamento climatico taglierà il Pil italiano pro-capite dello 0,89% nel 2030, del 2,56% nel 2050 e del 7,01% nel 2100”. Lo afferma Antonio Coviello, ricercatore dell’Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IRISS) e professore di Marketing Assicurativo nell’Università S.O. Benincasa di Napoli, che ha pubblicato da pochi giorni il volume dal titolo “I rischi catastrofali. Azioni di mitigazione e gestione del rischio” edito nella “Collana di Studi e Ricerche per l’Innovazione” da Cnr Edizioni in open access (scaricabile gratuitamente), scritto unitamente a Renato Somma, ricercatore INGV ed associato Cnr-Iriss, al quale hanno contribuito esperti e ricercatori italiani di varie afferenze e competenze, la cui prefazione è firmata da Adriano Giannola, presidente Svimez.

Il 2021 anno record per danni e per vittime catastrofi meteo

Se nel 2021 le perdite a livello mondiale si aggiravano intorno ai 280 miliardi (con il record di circa 10.000 morti), quelle del 2020 ammontavano invece a circa 210, mentre nel 2019 erano a quota 166. Gli eventi meteorologici nel 2021 hanno provocato danni assicurati stimati in 105 miliardi di dollari, il quarto valore più alto dal 1970, secondo i dati preliminari pubblicati da Swiss Re Institute. Si conferma, quindi, la tendenza di lungo termine all’aumento, in media del 5-7% l’anno, dei danni assicurati conseguenti a eventi catastrofali. Particolare importanza nel trend di crescita assumono i fenomeni di alluvione. Negli ultimi 20 anni si è registrato un aumento dei sinistri assicurati causati da tali eventi per un totale di quasi 140 miliardi di dollari. Il principale motivo dell’aumento è l’accumulo di esposizione connesso alla crescita economica e all’urbanizzazione. Tuttavia, giocano un ruolo rilevante molti altri fattori, come l’invecchiamento o la mancanza di infrastrutture per il controllo delle alluvioni, l’impermeabilizzazione del suolo nelle aree urbane, l’aumento delle precipitazioni dovute ai cicloni tropicali e gli effetti del cambiamento climatico.

SCIENZA

L’attività dei circuiti genetici sintetici che elaborano la presenza o l’assenza di segnali specifici nelle foglie delle piante è stata misurata ad alto rendimento posizionando punzoni fogliari in piastre da 96 pozzetti. Quando le corrette combinazioni di input vengono fornite alle foglie, diventano verdi e la fluorescenza può essere misurata utilizzando un lettore di piastre.
CREDITO
Jennifer AN Brophy

Creati circuiti genetici per programmare la crescita delle radici

Il controllo sintetico sui modelli spaziali dell’espressione genica nei tessuti delle radici delle piante può essere utilizzato per “riprogrammare” i singoli aspetti della loro crescita. A suggerirlo uno studio, pubblicato sulla rivista Science, condotto dagli scienziati della Stanford University e dell’Università della California a Berkeley. Il team, guidato da Jennifer Brophy, ha utilizzato dei circuiti genetici sintetici per realizzare delle reti ingegnerizzate di geni collegati attraverso la regolazione trascrizionale e post-trascrizionale. Il gruppo di ricerca ha creato una raccolta di regolatori sintetici per controllare l’espressione genica attraverso i tessuti radicali delle piante. “I metodi per programmare nuovi tratti delle piante – osserva Brophy – saranno sempre più utili all’intensificarsi delle sfide climatiche. Saranno pertanto sempre più urgenti delle nuove soluzioni agricole”.

Roma capitale mondiale dell’Astronomia nel 2027

Beautiful Colosseum in Rome at night and milky way, Italy

L’Unione Astronomica Internazionale (IAU) ha scelto Roma come sede per la 33esima assemblea generale della più grande società di astronomi professionisti al mondo. Esattamente cento anni fa, nel 1922, si tenne a Roma la prima assemblea generale dell’Unione Astronomica Internazionale (IAU), Società fondata tre anni prima a Bruxelles per favorire la cooperazione tra gli astronomi di tutto il mondo dopo la tragica esperienza della Prima Guerra Mondiale. Oggi, dopo una intensa fase di selezione delle città candidate a ospitare l’assemblea generale della IAU nel 2027, è stata annunciata la vittoria dell’Italia e di Roma, che sarà sede del prestigioso evento tra cinque anni. L’annuncio è stato dato a Busan, in Corea del Sud, durante la cerimonia di chiusura della 31esima edizione del meeting. La proposta italiana ha avuto la meglio sulle altre due proposte concorrenti, presentate da Montreal e Tel Aviv.La proposta di Roma è stata presentata dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), insieme con Symposia srl di Roma, capofila del Bid Committee in partnership con Convention Bureau Italia e Roma & Lazio Convention Bureau. Importante il sostegno diretto di Roma Capitale, con la partecipazione del Sindaco Roberto Gualtieri, della Regione Lazio, oltre che delle istituzioni scientifiche della Capitale quali la Specola Vaticana, l’Accademia dei Lincei, le tre Università romane, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l’Agenzia Spaziale Italiana.

ANIMALI

Mappata la lunga migrazione delle falene testa di morto

Nel loro studio, i ricercatori si sono concentrati sulla falena testa di morto, un grande migrante notturno che ogni anno viaggia per 4.000 chilometri tra l’Europa e l’Africa. CREDITO Christian Ziegler / Istituto Max Planck del comportamento animale

Si chiamano Acherontia atropos, o falene testa di morto, sono gli animali migranti volanti più piccoli al mondo, ma possono mantenere traiettorie di volo perfettamente diritte anche in condizioni di vento sfavorevole. Lo rivela uno studio, descritto sulla rivista Science, condotto dagli scienziati del Max Planck Institute of Animal Behavior (MPI-AB), dell’Università di Costanza, in Germania e dell’Università di Exeter, nel Regno Unito. Il team, guidato da Myles Menz, ha seguito le falene migratrici via radio per circa 80 chilometri, la distanza più lunga per un monitoraggio di insetti in natura. Il gruppo di ricerca si è concentrato sulle falene testa di morto, che ogni anno viaggiano fino a quattromila chilometri per coprire la distanza tra Europa e Africa. Gli autori hanno confermato che questi animali riescono a mantenere con precisione le traiettorie dritte su lunghe distanze, impiegando strategie sofisticate per contrastare le condizioni sfavorevoli.

L’ibernazione è il segreto della longevità di alcune specie di pipistrelli

I grandi pipistrelli marroni possono vivere fino a 19 anni. CREDITO Brock e Sherri Fenton

Il pipistrello più comune negli Stati Uniti, il grande pipistrello marrone, vanta una durata insolitamente lunga fino a 19 anni. Un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’Università del Maryland identifica uno dei segreti dell’eccezionale longevità di questo pipistrello: il letargo. “Il letargo ha permesso ai pipistrelli, e presumibilmente ad altri animali, di rimanere nelle regioni settentrionali o molto meridionali dove non c’è cibo in inverno”, ha affermato l’autore senior dello studio, il professore di biologia dell’Università del Maryland Gerald Wilkinson. “Gli ibernanti tendono a vivere molto più a lungo dei migranti. Lo sapevamo, ma non sapevamo se avremmo rilevato cambiamenti nell’età epigenetica dovuti al letargo”. I ricercatori hanno determinato che l’ibernazione durante un inverno estende l’orologio epigenetico di un grosso pipistrello marrone, un indicatore biologico dell’invecchiamento, di tre quarti di anno. Lo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the Royal Society B Biological Sciences includeva anche scienziati della McMaster University e dell’Università di Waterloo, entrambe in Ontario, Canada.

MOBILITA’

Canada, più fondi per infrastrutture di ricarica

Il governo del Canada afferma che investirà oltre 2,4 milioni di dollari canadesi (circa 1,8 milioni di euro) nella società di parcheggi Indigo Park Canada. Il finanziamento aiuterà l’azienda a installare 500 caricabatterie per veicoli elettrici in 68 siti nella Columbia Britannica, Alberta, Ontario, Quebec e New Brunswick, tre dei quali saranno a Manitoba. Finanziati attraverso il programma ZEVIP (Zero-Emission Vehicle Infrastructure Program) di Natural Resources Canada, tutti i caricabatterie saranno disponibili entro marzo 2024.

Allego alza le tariffe di ricarica dei veicoli elettrici

Allego aumenterà le tariffe di ricarica per i veicoli elettrici nella maggior parte dei paesi europei il primo settembre a causa dell’aumento dei prezzi dell’elettricità in tutta Europa.

AMTE Power conferma Cosworth come potenziale cliente

La società di batterie AMTE Power ha firmato un memorandum d’intesa con la società di ingegneria automobilistica Cosworth. L’azienda potrà utilizzare le celle “ultra high power” di AMTE nei propri veicoli elettrici specializzati che coprono molti settori. Cosworth è noto principalmente per il suo lungo impegno in Formula 1. Per quanto riguarda l’accordo non vincolante con AMTE Power, le celle potrebbero aiutare in futuro ad alimentare i settori automobilistico, aerospaziale e marittimo ad alte prestazioni.

USA, governo annuncia fondi per modernizzare i trasporti 

Il segretario ai trasporti degli Stati Uniti Pete Buttigieg ha annunciato che l’amministrazione Biden-Harris ha assegnato oltre 2,2 miliardi di dollari dal programma Rebuilding American Infrastructure with Sustainability and Equity (RAISE) per aiutare le comunità urbane e rurali a portare avanti progetti che modernizzino strade, ponti, ferrovie, porti e trasporto intermodale per rendere i sistemi di trasporto USA più sicuri, più accessibili, più convenienti e più sostenibili. Gli stanziamenti di quest’anno includono oltre 2,2 miliardi di dollari grazie alla legge sulle infrastrutture.

Cina, Guangzhou mette in servizi camion a idrogeno

La metropoli cinese meridionale di Guangzhou ha messo in funzione un primo lotto di 24 camion per igienico-sanitari alimentati a idrogeno (H2) nel suo distretto di Huangpu. Il capo del dipartimento di gestione urbana del distretto ha affermato che i camion saranno utilizzati principalmente per la pulizia delle strade, comprese funzioni come lavaggio, spazzamento, aspersione e riduzione della polvere.

Wealth Minerals e thyssenkrupp insieme per miniera di litio in Cile

La canadese Wealth Minerals ha avviato una collaborazione con thyssenkrupp Mining Technologies per sviluppare la miniera di litio di Ollagüe Salar nel nord del Cile. In base all’accordo di cooperazione e sviluppo, il duo collaborerà per identificare, valutare e selezionare inizialmente la tecnologia di elaborazione “più vantaggiosa e sostenibile dal punto di vista ambientale” per l’estrazione del litio e il trattamento di purificazione per il progetto Ollagüe.

GB, Iberdrola verso impianto di idrogeno

Il gruppo Iberdrola ha in programma la realizzazione di un grande impianto di idrogeno (H2) da fonti rinnovabili nel porto di Felixtowe (Inghilterra) che, con un investimento di circa 170 milioni di euro (150 milioni di sterline), contribuirà alla decarbonizzazione del più grande porto merci del Regno Unito. L’impianto, che sarà operativo nel 2026, avrà, in una prima fase, la capacità di produrre 14.000 tonnellate all’anno di H2 rinnovabile, che potrà essere raddoppiata in futuro. L’impianto fornirà idrogeno ai veicoli e ai macchinari utilizzati dal porto e sarà in grado di rifornire fino a 1.300 camion a idrogeno.

Joint venture Didi con Li Auto in fallimento

a joint venture tra la società cinese Didi e Li Auto ha chiesto il fallimento, secondo un deposito legale, portando alla fine di una partnership di quattro anni per la produzione di veicoli elettrici (EV). La società, posseduta per il 51 per cento da Didi e per il 49 per cento da Li Auto, ha presentato giovedì la domanda di fallimento alla Corte Intermedia del Popolo n. 1 di Pechino.

Tesla inizia a utilizzare le batterie BYD a Berlino

BYD ha iniziato a fornire celle LFP a Tesla, in particolare allo stabilimento di Grünheide, in Germania. Il primo lotto di Tesla Model Y equipaggiato con le batterie “Blade” di BYD dovrebbe uscire dalla catena di montaggio alla Giga Berlin al più presto tra un mese. Per il momento, Tesla non ha in programma di utilizzare batterie BYD nel suo stabilimento cinese di Shanghai

e-bus, Cina, Foton ottiene più grande ordine da oltremare

Il produttore cinese di veicoli commerciali Foton ha annunciato un importante ordine per autobus urbani elettrici dal Cile. La capitale di Santiago del Cile ha ordinato 1.022 autobus elettrici, il che rende questo il più grande ordine d’oltremare che Foton abbia mai avuto. Allo stesso tempo, Foton non è estraneo al Cile. Ci sono più di 300 e-bus Foton in funzione in tutto il paese. Il nuovo ordine, del valore di 1,6 miliardi di RMB (circa 230 milioni di euro) a Foton

USA, Minnesota lancia programma di prova di guida autonoma 

Il Dipartimento dei trasporti del Minnesota (MnDOT); USA, ha annunciato di aver lanciato un programma pilota dedicato all’uso di una navetta a guida autonoma nella città di White Bear Lake. Nell’ambito del progetto pilota, una navetta multi-passeggero elettrica, senza conducente, a bassa velocità chiamata Bear Tracks sarà disponibile gratuitamente per il trasporto pubblico in alcune parti della città. Sulla navetta ci sarà comunque sempre un addetto a bordo per verificare il funzionamento sicuro del veicolo e aiutare i passeggeri secondo necessità. Bear Tracks è il secondo di tre progetti dimostrativi pianificati dedicati ai veicoli connessi e automatizzati del MnDOT.

Monopattini; corse record per VOI ai Commonwealth Games

Voi Technology ha annunciato cifre record per l’utilizzo dei suoi servizi ai Giochi del Commonwealth del 2022 a Birmingham, GB, con gli utenti che hanno effettuato più di 66.000 corse sui suoi monopattini elettrici tra il 28 luglio e l’8 agosto 2022. Con spettatori da tutto il mondo riuniti in città, Voi ha riferito che sono state effettuate 10.000 corse in più (18 per cento) rispetto ad un periodo della stessa lunghezza prima dei Giochi (dal 16 al 27 luglio 2022).(30Science.com)

X