20 Giugno 2022: le immagini e le notizie di oggi

20 Giu, 2022
In evidenza | News | Notiziario

(30Science.com) – Roma, 20 giu. – Le immagini e le notizie di oggi.

IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

IN EVIDENZA

Tutta la tolleranza dei bonobo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le interazioni tra gruppi di bonobo tendono ad essere pacifiche ed estremamente tolleranti, anche in caso di comunità geograficamente meno vicine tra loro. Lo evidenzia uno studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, condotto dagli scienziati della Harvard University, che hanno esaminato il comportamento di 59 bonobo nella popolazione Kokolopori, nella Repubblica Democratica del Congo. Il team, guidato da Liran Samuni, ha confrontato le dinamiche sociali di queste scimmie con quelle associate a 104 scimpanzé nella grande comunità di Ngogo, in Uganda. La tolleranza tra i gruppi, spiegano gli esperti, dipende dalla capacità di cooperazione su larga scala e dalla cultura cumulativa. Negli scimpanzé, riportano gli autori, le interazioni tra i gruppi prevalentemente ostili impedivano la cooperazione e il flusso di informazioni.

EVENTI CHE ABBIAMO SEGUITO

Nuova tecnologia made in Italy inattiva il virus responsabile del Covid-19

Comincia oggi a MIND, Milano Innovation District, il percorso verso la costruzione di una nuova normalità dopo l’emergenza sanitaria. Elettronica Group, leader mondiale da 70 anni nel settore della difesa elettronica, e Lendlease, gruppo internazionale del real estate e rigenerazione urbana, in qualità di sviluppatore di MIND, hanno presentato oggi a MIND, Milano Innovation District, E4Shield, una tecnologia unica al mondo, in grado di inattivare i virus Sars-Cov2 e le sue varianti Wuhan, Delta e Omicron e programmabile in futuro per nuovi agenti patogeni.(CLICCA QUI)

Covid: Costa, contesto positivo, ma mantenere prudenza e senso responsabilità

“La pandemia ci ha lasciato tanti insegnamenti, ma uno su tutti: di quanto ci sia bisogno di fare squadra per affrontare le grandi sfide”. Lo ha detto il Sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, intervenendo all’evento dedicato al “New Normal”, in corso oggi a MIND, Milano innovation district, in occasione della presentazione di una tecnologia in grado di inattivare i virus Covid-19. “Siamo in contesto positivo con dati confortanti”, afferma Costa. “Dobbiamo certamente mantenere prudenza, senso di responsabilità che i cittadini hanno ampiamente dimostrato in questi 2 anni e mezzo di pandemia con rispetto delle regole e con una grande adesione alla campagna di vaccinazione”, aggiunge. 

 

PRIMO PIANO

 

Scienza: le ossa di Waterloo sono state vendute come concime? Forse si

La misteriosa carenza delle ossa dei soldati caduti durante la battaglia di Waterloo ha portato diversi scienziati a ipotizzare che i resti umani fossero stati venduti come fertilizzante, e ora una nuova analisi suggerisce che questa ipotesi potrebbe effettivamente essere fondata. Ad avvalorare questa macabra teoria uno studio, pubblicato sul Journal of Conflict Archaeology, condotto dagli scienziati del Center for Battlefield Archaeology presso l’Università di Glasgow. Il conflitto di Waterloo, spiegano gli autori, è stata una vicenda estremamente sanguinosa, nella quale migliaia di vite sono andate perdute, ma sono stati trovati pochissimi resti nel campo di battaglia e in molti hanno avanzato l’idea che i soldati caduti siano stati utilizzati come concime e fertilizzante.

Per la diagnosi di Alzheimer ora basta una risonanza

È stato sviluppato un nuovo metodo per diagnosticare il morbo di Alzheimer tramite una semplice scansione cerebrale. A riuscirci gli scienziati dell’Imperial College di Londra, che hanno pubblicato un articolo sulla rivista Nature Communications Medicine per descrivere i risultati del loro lavoro. Il team, guidato da Eric Aboagye, ha elaborato una tecnica in grado di utilizzare la tecnologia dell’apprendimento automatico per esaminare le caratteristiche strutturali del cervello, analizzando anche delle regioni che precedentemente non erano associate alla forma di demenza. Sebbene non esista una cura per il morbo di Alzheimer, precisano gli studiosi, la diagnosi in una fase precoce costituisce un vantaggio significativo per i pazienti, che possono essere così avviati verso un percorso di trattamento mirato

 

SCIENZA E GUERRA

Ucraina: ora c’è anche il ritorno della polio

L’ultima minaccia al popolo ucraino è rappresentata dal ritorno della poliomielite, con il poliovirus vaccino-derivati circolanti (cVDPV), che è considerata una malattia estremamente pericolosa che causa tra l’altro,  la paralisi nei bambini. La situazione è stata esacerbata dalla pandemia di Covid-19, dalla guerra nell’Ucraina orientale e dalle riforme sanitarie in corso, hanno spiegato gli scienziati ucraini alla riunione annuale dell’American Society for Microbiology.

 

 

TRANSIZIONE ECOLOGICA

 

Prima generazione di gas sintetico a emissioni zero

Un catalizzatore, composto da oro e ossido di cromo (III), con nanofili multistrato composti da nitruro di indio gallio e nitruro di gallio, è stato utilizzato per sintetizzare syngas, o gas di sintesi, utilizzando solo CO2, acqua e luce solare concentrata e hanno ottenuto un’energia solare-syngas con un’efficienza prossima allo 0,89%. A realizzarlo è stato un team di ricerca guidato dall’Università McGill, in Canada. I loro risultati, pubblicati sui Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS), hanno dimostrato un approccio carbon neutral alla sintesi del syngas, che viene utilizzato nella produzione di una varietà di sostanze chimiche e combustibili sintetici.

Credit: Turk17.

Scioglimento del ghiaccio artico potrebbe deviare le rotte marittime internazionali

 

Lo scioglimento del ghiaccio nell’Oceano Artico potrebbe creare nuove rotte commerciali nelle acque internazionali, riducendo l’impronta di carbonio del settore marittimo e indebolendo il controllo della Russia sulle rotte commerciali attraverso l’Artico. Lo studio, guidato dai ricercatori della Brown University, è stato pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences.

Involucri alimentari spray a base vegetale per sostituire la plastica

Un rivestimento biodegradabile a base vegetale che può essere spruzzato sugli alimenti è stato progettato per proteggere il cibo dai microrganismi patogeni, dal deterioramento e dai danni del trasporto. Questa nuova tecnologia è stata sviluppata dai ricercatori della Rutgers University, negli Stati Uniti, ed il loro lavoro è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature Food. Il processo potrebbe potenzialmente ridurre l’impatto ambientale negativo degli imballaggi in plastica per alimenti e proteggere la salute umana.

 

Ecco quanto inquinano i trasporti alimentari

Il 19 per cento delle emissioni di gas serra legate al sistema alimentare globale è associato al settore dei trasporti, un valore fino a sette volte superiore rispetto a quanto stimato in precedenza. A valutarlo uno studio, pubblicato sulla rivista Nature Food, condotto dagli scienziati dell’Università di Sydney. Le emissioni legate al trasporto di alimenti, spiegano gli autori, superano di gran lunga il livello di inquinamento dovuto al trasporto di altri prodotti. Il team, guidato da Mengyu Li, ha considerato i dati relativi a 74 paesi, 37 settori economici, traiettorie nazionali e internazionali e masse di cibo. “Abbiamo scoperto – afferma Li – che i sistemi alimentari globali, a causa dei trasporti, della produzione e dei cambiamenti nell’uso del suolo, contribuiscono per circa il 30 per cento alle emissioni totali di gas serra prodotte dall’uomo. Il trasporto di alimenti costituisce pertanto una percentuale considerevole delle emissioni complessive”.

Il particolato può raggiungere il cervello e causare danni neurologici

Respirare aria inquinata potrebbe favorire il trasporto di particelle tossiche dai polmoni al cervello attraverso il flusso sanguigno, contribuendo potenzialmente ad aumentare il rischio di disturbi cerebrali e danni neurologici. Questo allarmante risultato emerge da uno studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, condotto dagli scienziati dell’Università di Birmingham, che hanno collaborato anche con degli istituti di ricerca in Cina. Il team, guidato da Iseult Lynch, ha scoperto un possibile percorso diretto utilizzato da varie particelle fini inalate, che potrebbero rimanere nel cervello più a lungo rispetto agli altri principali organi metabolici.

 

SCIENZA E RICERCA

C’è una possibile conferma dell’esistenza del neutrino sterile

Nuovi risultati scientifici hanno confermato un’anomalia vista in precedenti esperimenti, che può indicare una nuova particella elementare non ancora confermata, il neutrino sterile, o indicare la necessità di una nuova interpretazione della fisica del modello standard. A realizzare l’esperimento sono stati i ricercatori del Los Alamos National Laboratory, che è la principale istituzione americana che collabora all’esperimento Baksan Experiment on Sterile Transitions (BEST), in Russia, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sulle riviste Physical Review Letters e Physical Review C.

 

SCIENZA, MEDICINA E SANITA’

Nuovo approccio terapeutico per il cuore dei pazienti diabetici

Per la prima volta uno studio clinico coordinato dalla Sapienza rivela che l’uso quotidiano di tadalafil – un farmaco attualmente utilizzato per la disfuzione erettile – migliora la situazione cardiaca di pazienti diabetici solo di sesso maschile, mentre favorisce la funzione immunitaria e renale sia negli uomini che nelle donne. I risultati di questa ricerca sono pubblicati sulla rivista Science Translational Medicine. Uomini e donne non rispondono allo stesso modo ai farmaci. Nonostante, siano ben riconosciute le differenze fra i due sessi in diverse patologie, ad esempio in quelle cardiovascolari, per anni gli studi clinici hanno trascurato questo aspetto anche in termini di progettazione degli studi stessi, coinvolgendo prevalentemente pazienti di sesso maschile.

 

 

SCIENZA, TECNOLOGIA, MEDIA E SOCIETA’

Studio svela impatto qualita’ lavoro su salute delle donne

Una ricerca svolta nel Regno Unito da un team di ricercatori italiani e inglesi ha dimostrato il nesso di causalità tra la qualità del lavoro e la salute mentale dei lavoratori, soprattutto nelle donne. Lo studio, pubblicato sulla rivista Labour Economics, è stato condotto dai docenti di Economia Politica Michele Belloni dell’Università di Torino, Elena Meschi dell’Università Milano Bicocca e da Ludovico Carrino, ricercatore del King’s College di Londra e dell’Università di Trieste. Le analisi attuate hanno impiegato dati provenienti da oltre 26.000 lavoratori britannici (donne e uomini) che hanno svolto lo stesso lavoro tra il 2010 e il 2015. Pur mantenendo lo stesso lavoro, le condizioni all’interno delle quali queste persone hanno operato sono cambiate nel corso del tempo sia a causa del progresso tecnologico che delle fasi di crescita e di decrescita economica, che hanno inciso sull’operato delle aziende in cui lavoravano. Lo studio ha analizzato come la salute mentale dei lavoratori, in generale, abbia reagito nel tempo al cambiamento delle condizioni di lavoro.

Alla Bicocca progetto per migliorare competenze sociali ed emotive docenti e studenti

Attraverso attività mirate che coinvolgono docenti e studenti è possibile incrementare le loro competenze sociali ed emotive. Lo dimostrano i dati raccolti al termine della fase di sperimentazione di PROMEHS – Promoting Mental Health at Schools. Il progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea all’interno dei Bandi Erasmus+ è stato condotto in sei Paesi (Croazia, Grecia, Italia, Lettonia, Portogallo, Romania) ed ha interessato diecimila studenti e i loro insegnanti. In Italia sono stati coinvolti 1.400 studenti, dalla Scuola dell’Infanzia alla Secondaria di II grado, e 500 insegnanti della Lombardia e del Piemonte. A realizzare lo studio è stata una rete internazionale di autorità pubbliche, network scientifici e associazioni di cui l’Università di Milano-Bicocca è capofila.

Bere caffè aumenta lo shopping compulsivo, lo studio

Troppo shopping compulsivo? È colpa dei troppi caffè. A sostenerlo, uno studio internazionale condotto dall’Università della Florida del Sud (USF), pubblicato sul Journal of Marketing. I ricercatori hanno scoperto che la caffeina influisce su ciò che si acquista e su quanto si spende durante lo shopping. Ai fini dello studio, il team di ricerca ha condotto tre esperimenti all’interno di negozi al dettaglio. Nel loro studio hanno scoperto che gli acquirenti che hanno bevuto una tazza di caffè con caffeina in omaggio prima di girovagare per i negozi hanno speso circa il 50% in più del loro denaro e hanno acquistato quasi il 30% in più di articoli rispetto agli acquirenti che hanno bevuto decaffeinato o acqua. Il motivo lo spiega l’autore principale Dipayan Biswas, Docente Professore di Marketing presso la USF: “La caffeina, come potente stimolante, rilascia dopamina nel cervello, che eccita la mente e il corpo. Questo porta a uno stato energetico più elevato, che a sua volta migliora l’impulsività e diminuisce l’autocontrollo. Di conseguenza, l’assunzione di caffeina porta all’impulsività dello shopping in termini di maggior numero di articoli acquistati e maggiore spesa”, conclude. (CLICCA QUI)

 

MOBILITA’

Tesla bandite da incontro al vertice cinese

Alle auto Tesla sarà vietato l’ingresso nel distretto costiero cinese di Beidaihe, sede di un meeting estivo dei leader del partito comunista, per almeno due mesi a partire dal 1° luglio, secondo quanto ha riferito una fonte alla “Reuters”. La decisione delle autorità di Beidaihe arriva poche settimane dopo che alle auto Tesla è stato vietato anche la circolazione su alcune strade della città di Chengdu all’inizio di giugno, in coincidenza con una visita del presidente cinese Xi Jinping. 

Micromobilità; Lime punta su nuove batterie

La società di micromobilità Lime ha annunciato che implementerà nuove batterie con più del doppio della capacità di alimentazione rispetto a quelle utilizzate attualmente. Le nuove batterie più grandi contengono quasi 1 kilowattora, un notevole incremento rispetto agli 0,46 kilowattora delle batterie attuali,. Le nuove batterie sono intercambiabili e possono essere utilizzate sia su e-bike che su monopattini elettrici compatibili. 

Ricarica elettrica; Sungrow entra nel mercato europeo

Il Gruppo Sungrow ha presentato una stazione di ricarica a corrente continua specificamente progettata per il mercato urbano dell’Europa. L’IDC30E è progettata per una ricarica presso punti di interesse come negozi e alberghi da un’ora con una potenza di 30 kilowatt “Ci siamo concentrati sullo scenario di ricarica effettivo durante lo sviluppo dell’IDC30E”, spiega il sig. Zheng, capo di Sungrow per la ricarica di veicoli elettrici in Europa. “Si tratta della ricarica presso un punto di interesse, in cui le persone fanno qualcos’altro per circa un’ora mentre ottengono la carica di cui hanno bisogno”. 

Audi fa causa a Nio per nomi auto

Audi avrebbe intentato una causa presso un tribunale di Monaco, Germania, contro la casa cinese di auto elettriche Nio per violazione di diritti di marchio, secondo quanto riportato dalla testata tedesca Handelsblatt con riferimento a fonti aziendali. Il motivo sarebbe che Audi considera le designazioni dei modelli di Nio ES6 ed ES8 troppo simili alle proprie S6 e S8.

IndyGo lancia nuovi bus ibridi

L’ Indianapolis Public Transportation Corporation (IndyGo), autorità di pubblico trasporto di Indianapolis, USA, ha annunciato che, in collaborazione con Allison Transmission, GILLIG e Cummins, ha messo in campo nuovi autobus dotati del sistema di propulsione ibrida elettrica Allison eGen FlexTM.

UE, ACEA chiede più ambizione per ricarica privata

L’Associazione europea dei produttori di automobili (ACEA) ha dichiarato di aver accolto con favore la proposta della Commissione europea di rivedere la direttiva sulle prestazioni energetiche degli edifici (Energy Performance of Buildings Directive – EPBD) come parte del pacchetto climatico “Fit for 55”. Concentrandosi sui requisiti negli edifici privati esistenti e in quelli nuovi, relativi alla ricarica per veicoli elettrici, la revisione integra la proposta di regolamento sulle infrastrutture per i combustibili alternativi (AFIR). L’ambito di applicazione generale della proposta segna chiaramente un miglioramento rispetto all’attuale direttiva.

UE autorizza la joint venture tra Indomobil, Mitsui e PTL

La Commissione europea ha approvato, ai sensi del regolamento UE sulle concentrazioni, la creazione di una joint venture in Indonesia da parte di PT Indomobil Sukses International (“Indomobil”) dell’Indonesia, Mitsui & Co Ltd. (“Mitsui”) del Giappone e Penske Truck Leasing CO (“PTL”) degli Stati Uniti.

John Deere e Wacker Neuson insieme per scavatori elettrici

Il produttore tedesco di macchine edili Wacker Neuson e il produttore americano di macchine agricole John Deere hanno stipulato un accordo di cooperazione strategica. Ciò include un contratto di fornitura esclusivo a lungo termine per mini escavatori compatti di peso inferiore a cinque tonnellate e include anche escavatori elettrici a batteria. 

Batteria; Samsung SDI sviluppa celle cilindriche più corte

Secondo i media coreani, Samsung SDI non starebbe solo sviluppando celle della batteria in formato 4680 per Tesla, ma anche celle più corte con lo stesso diametro per altre case automobilistiche. 

Otto Aviation utilizzerà celle a idrogeno da ZeroAvia

ZeroAvia, una società specializzata nella propulsione di aeromobili elettrici, sta collaborando con Otto Aviation per sviluppare un sistema di propulsione a celle a combustibile a idrogeno (H2) per un aereo Otto a lungo raggio. In particolare, il propulsore idrogeno-elettrico ZA600 sarà adattato per il velivolo Celera.

Riciclo batterie; Gruppo Volvo investe in Connected Energy

La società britannica Connected Energy, che costruisce sistemi di accumulo di energia fissi basati su batterie di veicoli elettrici riutilizzate, ha raccolto 15 milioni di sterline da cinque nuovi investitori, tra cui il gruppo svedese di veicoli commerciali Volvo Group. Il solo gruppo Volvo (da non confondere con la casa automobilistica Volvo Cars) ha investito circa 4 milioni di sterline attraverso la sua controllata Volvo Energy, acquisendo una partecipazione del 10 per cento in Connected Energy.

Qatar Airways, obiettivi climatici 2050 difficili da raggiungere

L’amministratore delegato della compagnia aerea Qatar Airways ha dichiarato lunedì che l’obiettivo per il settore di emissioni nette a zero entro il 2050, fissato lo scorso anno, sarà difficile da raggiungere per le compagnie aeree. (30Science.com)

X