13 Giugno 2022: le immagini e le notizie di oggi

13 Giu, 2022
In evidenza | News | Notiziario

(30Science.com) – Roma, 13 giu. – Le immagini e le notizie di oggi.

IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

IN EVIDENZA

Blu torna a volare in natura

Questo slideshow richiede JavaScript.

Si chiama ara di Spix, o Cyanopsitta spixii, è un uccello appartenente alla famiglia degli Psittacidi ed è protagonista di un programma di reintroduzione volto a evitarne l’estinzione. A descrivere questo tentativo di conservazione dell’animale un approfondimento sulla rivista Science, nel quale si ripercorrono anche alcune delle azioni intraprese finora per reintegrare la specie in natura. Caratterizzato da un’aura di mistero, questo pappagallo è stato descritto per la prima volta all’inizio del XIX secolo. “Secondo le informazioni note – afferma Nigel Collar, ambientalista di BirdLife International – verso la metà degli anni ’90 c’era un solo individuo allo stato brado, nel nord-est del Brasile”.

 

 

PRIMO PIANO

 

Spazio, la nuova Via Lattea svelata da Gaia

È in un punto lontano dal nostro pianeta chiamato L2 conosciuto anche come punto Lagrangiano in equilibrio gravitazionale tra Sole e Terra. È in quel punto esatto, a 1,5 milioni di chilometri da noi, che viaggia la sonda europea Gaia (acronimo di Global Astrometric Interferometer for Astrophysics) che ha a bordo molti strumenti scientifici targati Italia. Alla loro realizzazione hanno partecipato l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) che contribuiscono al Data Processing and Analysis Consortium (DPAC) presso ALTEC, Torino e quelle più scientifiche previste presso l’ASI Space Science Data Center (SSDC), una collaborazione europea con il compito monumentale di trasformare i dati del satellite nei cataloghi astronomici periodicamente distribuiti alla comunità.Spazio, Gaia, stelle binarie, asteroidi, quasar e altro ancora

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Spazio, Gaia un catalogo di 800.000 sistemi binari

Un nuovo catalogo di stelle binarie ha presentato la massa e l’evoluzione di oltre 800mila sistemi binari, mentre una nuova indagine di asteroidi comprendente 156mila corpi rocciosi sta scavando più a fondo nell’origine del Sistema Solare. 

Spazio, Gaia scopre i terremoti delle stelle

Forti terremoti non radiali sono stati rivelati in migliaia di stelle dai nuovi dati del satellite Gaia dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Gaia ha anche rivelato tali vibrazioni nelle stelle che raramente sono state viste prima. Queste stelle non dovrebbero avere terremoti secondo la teoria attuale, mentre Gaia le ha rilevate sulla loro superficie.

Spazio, Gaia e il DNA delle stelle

La più grande mappa chimica della galassia è stata rilasciata oggi, accoppiata a movimenti 3D, dalle zone più vicine al Sole alle galassie più piccole che circondano la Via Lattea. Si è tenuta stamattina, presso la sede dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) a Roma, la conferenza stampa dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per la presentazione dei nuovi dati del satellite Gaia. La versione 3 dei dati di Gaia contiene dettagli nuovi e migliorati per quasi due miliardi di stelle della Via Lattea. Il catalogo include nuove informazioni, tra cui composizioni chimiche, temperature stellari, colori, masse, età e velocità con cui le stelle si avvicinano o si allontanano (velocità radiale). La composizione chimica delle stelle può raccontarci il loro luogo di nascita e il loro viaggio successivo, e quindi la storia della Via Lattea.

 

SCIENZA E RICERCA

Realizzata prima comunicazione wireless tra due menti umane e tra mente e computer

L’architettura di sistema del sistema di comunicazione testuale, nonché il processo di codifica e decodifica.
CREDITO
di Qian Ma, Wei Gao, Qiang Xiao, Lingsong Ding, Tianyi Gao, Yajun Zhou, Xinxin Gao, Tao Yan, Che Liu, Ze Gu, Xianghong Kong, Qammer H. Abbasi, Lianlin Li, Cheng-Wei Qiu, Yuanqing Li e Tie Jun Cui

La codifica delle metasuperfici, dei supporti artificiali con proprietà peculiari differenti dalle controparti naturali, potrebbe portare allo sviluppo di controlli programmabili in base alle funzionalità delle onde elettromagnetiche, o in altre parole, al controllo mentale di metasuperfici. Questa fantascientifica prospettiva emerge da due studi, pubblicati entrambi sulla rivista eLight, condotti dagli scienziati dello State Key Laboratory of Millimeter Waves, Southeast University, dell’Air Force Engineering University e dell’Università nazionale di Singapore.

Il nucleo della Terra si muove e oscilla

I ricercatori dell’USC hanno identificato un ciclo di sei anni di super e sub-rotazione nel nucleo interno della Terra, contraddicendo i modelli precedentemente accettati che suggerivano che ruotasse costantemente a una velocità maggiore rispetto alla superficie del pianeta.
CREDITO Edward Sotelo/USC

Sono state trovate prove che il nucleo interno della Terra oscilla, contraddicendo i modelli precedentemente accettati che suggerivano che ruotasse costantemente a una velocità maggiore rispetto alla superficie del pianeta. A scoprirlo sono stati i ricercatori della University of Southern California (USC) ed il loro studio è stato pubblicato su Science Advances.

Terremoti, INGV ri-fotografa Valle del Belice a 50 anni di distanza

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ri-fotografare a distanza di anni i territori colpiti da terremoti e sovrapporre le immagini attraverso software specifici per comprendere in maniera chiara e immediata i cambiamenti sul paesaggio, analizzando per via indiretta le conseguenze degli eventi sismici dal punto di vista sociale e ambientale. È quanto è stato fatto con lo studio “Landscape, Memory, and Adverse Shocks: The 1968 Earthquake in Belìce Valley (Sicily, Italy): A Case Study” realizzato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in collaborazione con l’Università degli Studi di Catania e l’Accademia di Belle Arti di Palermo. 

 

Strumenti in pietra dalla cava di Evron, Israele.
CREDITO
Filipe Natalio e Zane Stepka

Un milione di anni fa usavamo il fuoco il fuoco

Un milione di anni fa, in Israele, i nostri antenati potrebbero essere stati in grado di utilizzare il fuoco. Lo rivela uno studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, condotto dagli scienziati del Weizmann Institute of Science. Il team, guidato da Filipe Natalio, ha identificato prove di incendi nel sito di Evron Quarry, che risale al Paleolitico inferiore tra un milione e 800 mila anni fa.

 

SCIENZA, MEDICINA E SANITA’

 

Epilessia, 1 bimbo su 2 a rischio diagnosi e cure errate

Per i neonati le crisi di natura epilettica sono spesso difficili da diagnosticare con esattezza attraverso la sola clinica, il rischio di errore di diagnosi e di terapie inappropriate è molto elevato e può raggiungere il 50 per cento dei casi. È quanto emerso nel corso del 45esimo congresso nazionale della Lega Italiana Contro l’Epilessia (LICE), che si è svolto a Padova dall’8 al 10 giugno, durante il quale è stato lanciato il primo Registro Italiano Nazionale per il monitoraggio delle crisi neonatali. 

Miotenofasciotomia, chirurgia mini-invasiva libera muscoli

IGOR NAZAROV https://www.miotenofasciotomia.com/

La medicina riabilitativa ha un altro volto, quello della miotenofasciotomia selettiva e a cielo chiuso. Si tratta di una tecnica mini-invasiva che permette ai muscoli di essere liberati dalle retrazioni miofasciali, causati da danni cerebrali o spasticità neuromuscolari congenite. A portarlo dalla Spagna all’Italia è Igor Nazarov, che ha preso parte a una conferenza organizzata da Movilife Progetto Salute a Milazzo. (CLICCA QUI)

Da Ieo nuovi test molecolari per terapie mirate

Nasce all’Istituto Europeo di Oncologia il servizio di Diagnostica Molecolare Personalizzata rivolto a ospedali, laboratori, oncologi e altri specialisti, o singoli pazienti che necessitano di un profilo genico tumorale completo per poter accedere alle nuove terapie mirate anticancro. 

Il test della retina predice l’infarto

Sviluppare un esame diagnostico della retina oculare volto a prevedere il rischio di infarto. Questo l’obiettivo che ha guidato uno studio, presentato durante la conferenza internazionale dell’European Society of Human Genetics dagli scienziati dell’Università di Edimburgo. Il team, guidato da Ana Villaplana-Velasco, ha elaborato un metodo in grado di combinare informazioni relative al modello dei vasi sanguigni nella retina e dati genetici, in modo da valutare il rischio di malattie coronariche e infarto. Questi dati, commentano gli autori, potrebbero portare a un semplice processo di screening capace di stimare le probabilità che un utente possa soffrire di problematiche cardiache.

Nuove prove di efficacia dei batteriofagi contro i ‘super bug’

Nuovi interessanti sviluppi nella lotta all’antibiotico resistenza. Infatti, i ricercatori dell’Università di Pittsburgh e dell’Università della California di San Diego hanno riportato venti nuovi casi di studio sull’uso di un trattamento sperimentale che sfrutta i batteriofagi, cioè virus che uccidono i batteri, contro l’infezione da Mycobacterium, un gruppo di batteri che può causare infezioni mortali resistenti, mostrando il successo della terapia in più della metà dei pazienti. Il lavoro è stato pubblicato su Clinical Infectious Diseases. Si tratta della serie di casi studio più ampia mai pubblicata sui batteriofagi ad oggi. 

Arrivano i pilloli senza effetti collaterali

Due pillole contraccettive maschili sperimentali sembrano abbassare efficacemente il testosterone senza provocare effetti collaterali gravi. Questi, in estrema sintesi, sono i risultati di uno studio presentato durante l’incontro annuale della Endocrine Society ad Atlanta, in Georgia dagli scienziati del Programma di sviluppo contraccettivo presso l’Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development.

Farmaco contro vampate supera fase 3

Il fezolinetant, un farmaco orale non ormonale sperimentale, potrebbe rappresentare una valida alternativa per contrastare le vampate di calore durante la menopausa. Questo incoraggiante risultato emerge da uno studio di fase III, riportato durante l’incontro annuale della Endocrine Society ad Atlanta, in Georgia, presentato dagli scienziati della University of North Carolina School of Medicine a Chapel Hill, che hanno condotto la sperimentazione SKYLIGHT 2. Il team, guidato da Genevieve Neal-Perry, ha seguito 501 pazienti per 52 settimane, allo scopo di valutare l’efficacia, la sicurezza e la tollerabilità del farmaco, un antagonista del recettore della neurochinina 3.

Covid: sistema immunitario di attiva subito sui bambini non vaccinati, ma non a lungo termine

I bambini non vaccinati a Sars-CoV-2 sviluppano una rapida risposta immunitaria, ma la memoria del loro sistema immunitario è più debole rispetto a quella degli adulti, con il rischio di reinfezione più alto. A dirlo, è il nuovo studio del Peter Doherty Institute for Infection and Immunity su pubblicato su Immunity, tra i primi ad analizzare la risposta immunitaria dei bambini a seguito dell’infezione da SARS-CoV-2. Lo studio ha coinvolto più di 50 bambini colpiti da un’infezione di Covid-19 sottoposti a test immunologici con una nuova tecnologia in grado di monitorare l’attività di più cellule del sistema immunitario. I risultati sono stati confrontati con quelli di altrettanti adulti con un’infezione recente di Covid-19. Entrambi i gruppi non erano vaccinati. 

Sviluppata nuova colla medica hot-melt per rimarginare ferite chirurgiche

Inventato un nuovo adesivo per tessuti in grado di cicatrizzare le ferite operatorie e con eccellenti proprietà del materiale medico in termini di facilità d’uso, adesività ai tessuti, biocompatibilità e capacità di prevenire le complicanze postoperatorie. E’ quello sviluppato dal team di ricercatori dell’Istituto nazionale per la scienza dei materiali di Ibaraki, in Giappone. L’adesivo è realizzato in hot-melt, cioè una colla medica che viene applicata allo stato fuso. Adesioni, emorragie, infiammazioni, infezioni ed altre complicanze post-chirurgiche sono problemi importanti nella medicina clinica.

 

MOBILITA’

 

Škoda Auto sostiene parco eolico in Finlandia

Škoda Auto ha annunciato di essersi impegnata a partecipare al progetto di costruzione di un nuovo parco eolico in Finlandia. Con un volume di energia calcolato di 570 Gigawattora all’anno, l’impianto produrrà in futuro energia green sufficiente a rifornire di elettricità circa 150.000 famiglie o ad alimentare i veicoli elettrici Škoda a zero emissioni locali. Il parco eolico è gestito da una società energetica norvegese in Finlandia. 

Emirati Arabi affidano a Siemens ricarica ultrarapida

Il Ministero dell’Energia e delle Infrastrutture degli Emirati Arabi Uniti ha scelto Siemens per creare una rete nazionale di stazioni di ricarica ultraveloci per veicoli elettrici. Dieci stazioni di ricarica Siemens Sicharge D da 160 kilowatt e 180 kilowatt saranno installate lungo tragitti autostradali a Ras Al Khaimah, Ajman, Umm al-Quwain e Fujairah. 

Veicoli elettrici; fallita Electric Last Mile Solutions

Il produttore statunitense di veicoli elettrici commerciali Electric Last Mile Solutions Inc (ELMS) ha dichiarato che intende presentare istanza di fallimento. La mossa arriva dopo che la società con sede a Troy, nel Michigan, aveva rivelato di essere parte di un’indagine della US Securities and Exchange Commission, l’autorità USA per la borsa, e aveva ritirato tutte le sue prospettive commerciali precedentemente emesse a marzo. 

Batterie; ION Storage raccoglie 30 milioni di dollari

Lo sviluppatore statunitense di batterie allo stato solido agli ioni di litio ION Storage Systems ha annunciato la chiusura di una raccolta fondi da 30 milioni di dollari. 

Batterie; Rio Tinto investe in Nano One

Lo sviluppatore canadese di batterie Nano One e il gruppo minerario Rio Tinto hanno firmato una partnership strategica per la fornitura di prodotti in ferro e litio, e per un investimento di 10 milioni di dollari in Nano One. La partnership e il finanziamento dovrebbero accelerare la strategia di commercializzazione di Nano One e supportare la sua produzione di materiali catodici attivi in Canada.

Poste canadesi verso elettrificazione della flotta entro il 2040

Canada Post ha annunciato l’intenzione di convertire la sua flotta di quasi 14.000 veicoli in veicoli completamente elettrici entro il 2040. Già entro il 2030, almeno la metà della flotta dovrebbe essere elettrica. Canada Post ha affermato che sta attualmente testando una serie di veicoli elettrici e a basse emissioni per la transizione. Tra questi c’è un veicolo per le consegne progettato specificamente per l’uso urbano che ha una velocità massima di 40 chilometri all’ora.

Sviluppato sistema che trasmette potenza e segnali 5G

I ricercatori del Tokyo Institute of Technology (Tokyo Tech) hanno creato un dispositivo per la trasmissione simultanea di potenza e di un segnale 5G. Da quando Nikola Tesla propose per la prima volta l’idea del trasferimento wireless di energia, ci sono stati molteplici sforzi per sfruttare questo concetto per diverse applicazioni. Ora, un team di scienziati del Tokyo Institute of Technology (Tokyo Tech), guidato dal Professore Associato Atsushi Shirane, ha realizzato un trasmettitore-ricevitore wireless per reti 5G che supera i due problemi principali della trasmissione di potenza wireless, la breve distanza e l’unidirezionalità della trasmissione stessa

Veicoli elettrici; Thailandia approva accordo Foxconn-PTT

L’agenzia per gli investimenti thailandese (BOI) ha approvato lunedì una joint venture del valore di 36,1 miliardi di baht (circa 990 milioni di euro) tra la taiwanese Foxconn e la thailandese PTT per la produzione di veicoli elettrici a batteria (BEV).

Germania, Tesla assume 500-600 dipendenti al mese

Tesla assume da 500 a 600 persone al mese nel suo stabilimento di Grünheide, Germania, e sta collaborando con l’agenzia nazionale per il lavoro per reclutare lavoratori non più necessari presso le case automobilistiche tedesche, ha dichiarato il ministro regionale dell’economia del Brandeburgo. 

Paesi Bassi: già esauriti fondi 2022 per veicoli elettrici

Nei Paesi Bassi il budget per i sussidi statali per le nuove auto elettriche è esaurito per quest’anno. Il governo aveva stanziato 71 milioni di euro per questo scopo, sufficienti per 22.000 auto elettriche, sovvenzionate con 3.350 euro ciascuna. Sono ancora disponibili fondi per i sussidi per le auto elettriche usate. Come ha confermato il ministero delle Infrastrutture olandese, le 22.000 auto elettriche nuove sono già state sovvenzionate quest’anno, il che significa che il budget è completamente allocato. Il viceministro delle infrastrutture Vivianne Heijnen ha affermato che la popolarità del programma è stato un “buon risultato”.

Bus elettrici; BYD si espande nella penisola iberica

BYD annuncia il suo primo ordine per autobus elettrici da 18 metri nella penisola iberica. L’operatore di trasporto pubblico Moventis ha ordinato quattro e-bus articolati da BYD e prevede la consegna alla fine del 2022.

Riprende di tre turni a Zwickau

La Volkswagen (VW) ha ripreso le operazioni su tre turni nello stabilimento di Zwickau, Germania. Con l’inizio della guerra in Ucraina, la produzione era stata interrotta per circa tre settimane a marzo a causa dell’interruzione delle catene di approvvigionamento prima di riprendere su scala ridotta. VW è stata una delle prime case automobilistiche a essere colpita da interruzioni della produzione in connessione con l’invasione russa dell’Ucraina. Numerosi modelli, tra cui le sei serie MEB costruite a Zwickau, sono dotati di cablaggi prodotti dal fornitore Leoni nell’Ucraina occidentale.(30Science.com)

X