Le immagini e le notizie del 10 Maggio 2022

10 Mag, 2022
In evidenza | News | Notiziario

(30Science.com) – Roma, 10 mag. – Le immagini e le notizie di oggi.

IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

IN EVIDENZA

Senza brusco raffreddamento difficile che le piattaforme glaciali si riprendano

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se la seconda piattaforma di ghiaccio più grande della Groenlandia – Petermann nel Nord – si rompesse, potrebbe non riprendersi mai più, a meno che il futuro clima della Terra non si raffreddi considerevolmente. Per il capirlo il team di scienziati dell’Università di Stoccolma e dell’Università della California Irvine ha utilizzato un sofisticato modello al computer per simulare il potenziale recupero della piattaforma di ghiaccio ed i loro risultati sono stati pubblicati su Nature Communications.

PRIMO PIANO

Cina, senza strategia zero COVID, 1,55 milioni di morti

La Cina potrebbe vedere un’ondata di Omicron con circa 1,55 milioni di morti e una domanda per le unità di terapia intensiva (ICU) fino a 15,6 volte la capacità esistente, se la sua attuale strategia zero-COVID venisse revocata. Questi i risultati di uno studio di modellizzazione pubblicato su “Nature Medicine”.La strategia cinese zero-COVID, che mira a tagliare le catene di trasmissione e porre rapidamente fine alle epidemie, è in atto da agosto 2021 per rispondere alle varianti SARS-CoV-2 con livelli di trasmissibilità più elevati (come Delta e Omicron).

OSSERVATORIO TRANSIZIONE ECOLOGICA

 

La piattaforma robotica sviluppata dalla formazione in uno dei campi di pratica ETSIAAB-UPM. Fonte: “Fecondazione robotica nella coltivazione di strisce utilizzando un metodo di rilevamento e caratterizzazione delle verdure della CNN”. Computer ed elettronica in agricoltura.

Robot e AI a supporto dell’agricoltura bio

Identificare e caratterizzare gli ortaggi nelle colture a file per effettuare processi di fertilizzazione organica utilizzando una piattaforma robotica dotata di sensori (telecamere e laser) e un braccio robotico. Sono queste le potenzialità della nuova tecnologia, presentata su Computers and Electronics in Agriculture, che è stata sviluppata dai ricercatori dell’Università Politecnica di Madrid (UPM).

La Baia di Santa Teresa – Golfo della Spezia

Anche le bioplastiche si degradano lentamente nell’ambiente

Se disperse nell’ambiente, anche le bioplastiche hanno tempi di degradazione molto lunghi, comparabili a quelli di materiali plastici non bio. Lo dimostrano i risultati di un innovativo esperimento condotto congiuntamente da Consiglio nazionale delle ricerche – coinvolto con l’Istituto per i processi chimico-fisici (Cnr-Ipcf) e l’Istituto di scienze marine (Cnr-Ismar), Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (INGV) e Distretto ligure per le tecnologie marine (DLTM), con il supporto del Polizia di Stato – Centro Nautico e Sommozzatori La Spezia (CNeS). 

 

SCIENZA E RICERCA

La natura della gravità in fondo ai buchi neri 

Un nuovo modo per misurare le “ombre” di due buchi neri supermassicci nel processo di collisione è stato escogitato dai ricercatori della Columbia University. Questo metodo, delineato in studi complementari in Physical Review Letters e Physical Review D,  fornirà agli astronomi uno strumento potenzialmente nuovo per misurare i buchi neri in galassie lontane e testare teorie alternative della gravità.

Spazio, da osservatorio Webb immagini molto più nitide dei gas interstellari

Il James Webb Space Telescope della NASA è ora allineato su tutti e quattro i suoi strumenti scientifici e riesce a fornirici immagini dell’Universo agli infrorossi molto più nitidi di quanto sia stato possibile con gli strumenti di osservazione attuali. A dimostrarlo è l’immagine, resa nota dalla Nasa, che mette a confronto le osservazioni a infrarossi della Nube di Magellano ottenuti con l’osservatorio Spitzer e quelle ottenute da Webb.

Scoperto un lago in Antartide

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un lago, grande quanto una città, i cui sedimenti potrebbero contenere tracce della storia della calotta glaciale sin dai suoi primi inizi è stato scoperto dagli scienziati che studiano la parte inferiore della più grande calotta glaciale del mondo nell’Antartide orientale. Il team, guidato dall’Università del Texas a Austin, ha pubblicato i propri risultati sulla rivista Geology. Ciò risponderebbe alle domande su com’era l’Antartide prima del congelamento, su come i cambiamenti climatici l’hanno influenzato nel corso della sua storia e su come potrebbe comportarsi la calotta glaciale quando il mondo si riscalderà.

 

SCIENZA, MEDICINA E SANITA’

 

Ceppo influenzale H1N1 discenderebbe dalla spagnola

Il virus dell’influenza stagionale H1N1 potrebbe essere un diretto discendente del ceppo influenzale del 1918, la cosiddetta spagnola, che causò una pandemia influenzale globale con conseguenze disastrose. Questo è quanto emerge da un articolo pubblicato su “Nature Communications”. I risultati si basano sull’analisi genomica di campioni raccolti in Europa durante la pandemia del 1918. Si stima che la pandemia del 1918 sia costata la vita a 50-100 milioni di persone in tutto il mondo. 

Dieta mediterranea efficace anche contro la depressione

Un nuovo studio mostra che i giovani uomini con una dieta povera hanno visto un miglioramento significativo dei loro sintomi di depressione quando sono passati a una sana dieta mediterranea. La depressione è una condizione di salute mentale comune che colpisce circa 1 milione di australiani ogni anno. È un fattore di rischio significativo per il suicidio, la principale causa di morte nei giovani adulti. Lo studio, condotto da ricercatori dell’Università di Tecnologia di Sydney (UTS), è stato recentemente pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition. La ricercatrice capo Jessica Bayes, dottoranda presso la Facoltà di salute dell’UTS, ha affermato che lo studio è stato il primo studio clinico randomizzato a valutare l’impatto di una dieta mediterranea sui sintomi della depressione nei giovani uomini (di età compresa tra 18 e 25 anni).

Scoperto il mazzo di chiavi che il virus usa per infettare cellule

Non c’è solo la proteina spike, ma anche altre molecole di zucchero sulla superficie del virus che aiutano Sars-Cov2 a penetrare nelle cellule. Bloccando queste molecole, è possibile impedire l’infezione. Ora queste proteine che agiscono come un vero e proprio mazzo di chiavi, sono state identificate da un gruppo di ricercatori dell’Istituto di Scienze e Tecnologie Biomolecolari dell’Università di Louvain (UCLouvain), Belgio che, in uno studio pubblicato su Nature Communications 

Bambini crescono di più durante l’anno scolastico

È noto da tempo che nei paesi occidentali è più probabile che i bambini diventino sovrappeso o obesi durante l’estate. Le cause di ciò includono cambiamenti nell’attività fisica e nella dieta dei bambini durante il periodo estivo, comprese le vacanze estive. Ma in un nuovo studio su Frontiers in Physiology , scienziati statunitensi mostrano che questa “obesogenicità” delle estati ha un’altra causa inaspettata: i bambini crescono più velocemente durante l’anno scolastico che durante l’estate. 

USA, donne incinte minoranze più esposte a sostanze chimiche

Uno studio USA, pubblicato su “Environmental Science & Technology” ha scoperto la presenza di diverse sostanze chimiche nocive in donne incinte, in particolar modo provenienti dalle minoranze statunitensi. Per lo studio, condotto in 12 anni, è stato arruolato un gruppo molto diversificato di donne in gravidanza che ha rilevato una crescente esposizione a sostanze chimiche provenienti da plastica e pesticidi che potrebbero essere dannose per lo sviluppo del feto. 

Gene modificato limita appetito nei topi

Eirini Vagena dell’University of California San Francisco, USA, e i suoi colleghi hanno scoperto come un gene chiamato ASB4 influenza l’appetito e l’omeostasi della glicemia nei topi attraverso i circuiti neurali nel cervello. La loro scoperta suggerisce che i neuroni positivi all’ASB4 controllano i comportamenti e i processi fisiologici che sono importanti per la salute metabolica.

 

SCIENZA, SOCIETA’, TECNOLOGIA, MEDIA

 

COVID: il primo lockdown ha mutato la nostra creatività

Uno studio condotto al Paris Brain Institute, Francia, ha analizzato come si è evoluta la nostra creatività durante il primo lockdown e i fattori che potrebbero averla influenzata. I risultati dello studio segnalano che la nostra creatività si è tendenzialmente accresciuta in quel periodo. La creatività è una delle funzioni cognitive che ci permette di essere flessibili in nuovi ambienti e di trovare soluzioni innovative in situazioni inaspettate. Le condizioni insolite del primo lockdown ci hanno costretto a ripensare le nostre abitudini, ci hanno imposto nuovi vincoli, e ci hanno costretto ad adattarci…in poche parole, ad essere creativi.

 

ANIMALI

Le eliche delle navi stanno decimando gli squali balena

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le collisioni letali tra gli squali balena e le grandi navi sono ampiamente sottovalutate e potrebbero essere il motivo per cui le popolazioni di questa specie, già in pericolo di estinzione, stanno diminuendo. A condurre questa ricerca, pubblicata sui Proceedings of the National Academy of Sciences, sono stati i biologi marini della Marine Biological Association (MBA) e dell’Università di Southampton.

 

MOBILITA’

Anglo American presenta camion minerario a idrogeno

Il gruppo minerario Anglo American ha svelato il prototipo di quello che afferma essere il più grande veicolo minerario a idrogeno (H2) ed elettrico del mondo. L’autocarro con cassone ribaltabile nuGen combina più celle a combustibile con un pacco batteria da 1,2 Megawattora per una potenza totale di 2 Megawattora e può trasportare un carico utile di 290 tonnellate. Il veicolo minerario fa parte di un progetto più ampio di Anglo American dedicato a un ecosistema produttivo minerario basato sull’idrogeno. (30Science.com)

X