25 Maggio 2022: le immagini e le notizie di oggi

25 Mag, 2022
In evidenza | News | Notiziario

(30Science.com) – Roma, 25 mag. – Le immagini e le notizie di oggi.

IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

FOTO IN EVIDENZA: Da quando il rover Perseverance della NASA è atterrato su Marte, i suoi due microfoni hanno registrato ore di audio che forniscono preziose informazioni sull’atmosfera marziana.

CREDITO
Nasa

 

 

IN EVIDENZA

 

La Nasa pubblica la playlist da Marte

CREDITO Nasa

Si chiama “Mars soundscape: Review of the first sound recorder by the Perseverance microphones”, è una presentazione nella quale saranno riprodotti i suoni raccolti dal rover dell’agenzia spaziale americana Perseverance durante la sua permanenza sul Pianeta Rosso. L’evento si terrà durante il 182° Meeting della Acoustical Society of America allo Sheraton Denver Downtown Hotel. Dopo un anno di registrazioni di superficie, i dati raccolti dai due microfoni del rover Perseverance sono stati elaborati in una sorta di playlist spaziale, dalla durata di circa cinque ore. Stando a quanto riportano gli scienziati, Marte è piuttosto tranquillo, i suoni risultano circa 20 decibel più bassi rispetto alla media terrestre e ci sono pochi rumori naturali.

 

PRIMO PIANO

 

Possibile modulo italiano nella futura stazione spaziale Axiom

Il prossimo futuro potrebbe vedere l’Italia portare nello spazio un modulo nazionale per la stazione spaziale Axiom. È quanto emerge da una intervista a Tejpaul Bhatia, Chief Revenue Officer della stessa Axiom, rilasciata all’AGI. Il recente memorandum di intesa firmato tra il Governo italiano – rappresentato dal Ministro Colao – e la società statunitense Axiom, che sta lavorando ad una stazione spaziale che in futuro subentrerà alla stazione spaziale internazionale (ISS) ha aperto una serie di scenari assai rilevanti per l’esplorazione spaziale italiana e le sue ricadute in campo industriale, scientifico, tecnologico e geopolitico.

 

TRANSIZIONE ECOLOGICA

 

Ispra, ogni anno in Italia persi 5 km di coste

Ogni anno persi 5 Km di costa naturale negli ultimi 20 anni, a causa della costruzione di nuove strutture artificiali: una misura che equivale all’intero litorale di una località balneare come Fregene. L’artificializzazione è ancora più rilevante nelle zone retrostanti le spiagge, nelle quali ogni anno dune costiere, terreno coltivato, vegetazione e formazioni naturali vengono sostituite da oltre 10 Km di opere antropiche. 

Enea e Assoimmobiliare firmano accordo per la sostenibilità ambientale

La Presidente di Confindustria Assoimmobiliare Silvia Rovere e il Presidente ENEA Gilberto Dialuce hanno firmato il Protocollo d’Intesa per la sostenibilità ambientale. Il Protocollo nasce dalla volontà di Confindustria Assoimmobiliare ed ENEA di collaborare per sviluppare congiuntamente attività di supporto, informazione e approfondimento in materia di efficienza energetica e sostenibilità ambientale nel settore immobiliare, promuovendo una più consapevole transizione energetica. Tale collaborazione si colloca in continuità con quanto già fatto congiuntamente in occasione della stesura delle Linee Guida per la redazione della Diagnosi Energetica Obbligatoria nel settore immobiliare a seguito dell’emanazione del decreto legislativo 102/2014. 

 

 

SCIENZA E RICERCA

 

Internet quantistico, a Delft dimostrato il teletrasporto tra nodi non connessi

Il teletrasporto di informazioni quantistiche tra due nodi non vicini in una rete quantistica a tre nodi è stato dimostrato dai ricercatori dei Paesi Bassi della Delft University of Technology e della Netherlands Organisation for Applied Scientific Research (TNO) in un articolo pubblicato su Nature. Questo risultato è un passo importante verso la creazione di un internet quantistico. Il teletrasporto quantistico può trasferire informazioni quantistiche da un luogo all’altro e ha potenziali applicazioni nelle comunicazioni sicure, nell’informatica quantistica e nello sviluppo di internet di prossima generazione. Dimostrazioni sperimentali di questo effetto riportate fino ad oggi sono state tra due nodi collegati. Il teletrasporto tra nodi non connessi sarà fondamentale per lo sviluppo di una rete quantistica, come una versione quantistica di internet.

INGV, anche Osservatorio Vesuviano nella rete GARR

Con il collegamento della sede storica dell’Osservatorio Vesuviano dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (OV-INGV), realizzato dalla rete GARR, è stata finalmente raggiunta dalla fibra ottica un’area caratterizzata da un forte divario digitale. La sede dell’Osservatorio Vesuviano dell’INGV, è infatti ubicata sul Colle del Salvatore, a 608 metri s.l.m. ed è raggiungibile solo dalla strada che conduce da Ercolano al cratere del Vesuvio. Questa sede, fondata nel 1841 per volontà del Re delle Due Sicilie Ferdinando II di Borbone, è stato il primo osservatorio vulcanologico al mondo e, attualmente, ha un ruolo strategico per il monitoraggio del Vesuvio, area oggi ad alta densità abitativa.

Elena Del Pup (Sant’Anna) unica italiana alla Clinton Global Initiative University

Dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa alla Clinton Foundation, dove è stata selezionata (unica ragazza italiana) per la classe 2022 della Clinton Global Initiative University. E’ il percorso di Elena Del Pup, ex allieva di Scienze Agrarie e Biotecnologie Vegetali, che è stata appena selezionata dalla fondazione promossa dall’ex presidente degli Stati Uniti d’America Bill Clinton, per fare opera di sensibilizzazione contro il cambiamento climatico e per contribuire alla costruzione di una società più equa e inclusiva.  L’ex allieva della Scuola Superiore Sant’Anna è stata scelta per compiere un percorso della durata di 12 mesi, riservato a giovani leader in grado di sviluppare e accelerare l’attuazione di idee e strategie dal forte impatto sociale.

Sapienza e Luiss insieme per il Dottorato di ricerca in Cybersecurity

Formare ricercatori capaci di operare in ambito accademico e nelle istituzioni pubbliche e private per lo sviluppo di nuove tecnologie e professionisti con competenze ingegneristiche e gestionali, specializzati in innovazione e digitale. Ma anche favorire la fondazione di startup basate sui prodotti sofisticati di ricerca più avanzata. Sono questi i principali obiettivi del nuovo Dottorato di ricerca in “Cybersecurity” che Luiss Guido Carli e Sapienza Università di Roma hanno siglato sulla scia della firma della “Strategia Nazionale di cybersicurezza 2022-2026” del Governo Draghi. Il percorso, in partenza a novembre 2022, prevede il finanziamento di 5 borse per ciascun anno accademico (3 da Sapienza e 2 dalla Luiss). (LEGGI QUI)

Peperoncino italiano, CREA oggi primo “mercoledì del gusto”

Piccante quanto basta, ma ancora da scoprire: tra gusto, salute e territorio il peperoncino italiano si presenta in un evento organizzato dal CREA, in collaborazione con la Rete Rurale Nazionale, oggi mercoledì 25 maggio, dalle 11, a Roma, presso la Biblioteca Storica della sede centrale in via della Navicella. Ricercatori di diverse discipline (agronomia, botanica, nutrizione, pedologia) e produttori, alla presenza del Sottosegretario Mipaaf Francesco Battistoni si sono confrontati sulle prospettive di un prodotto che potrebbe ancora crescere molto e che è uno dei simboli gastronomici del nostro Paese. 

Screenshots from a 3D animation of the Cotoca site CREDIT Heiko Prümers / DAI

Archeologia: anche in Amazzonia prima di Colombo c’erano delle città

La scoperta dei resti archeologici di 11 insediamenti precedentemente sconosciuti della cultura Casarabe, datati dal 500 d.C. al 1400 d.C. circa, nell’Amazzonia sudoccidentale è stata riportata in un documento su Nature. I risultati, raggiunti dagli archeologi dell’Istituto Archeologico Germanico di Bonn, hanno mostrato un tipo di urbanistica tropicale a bassa densità precedentemente sconosciuta in Amazzonia ed hanno suggerito che l’Amazzonia occidentale non fosse così scarsamente popolata in epoca preispanica come si pensava in precedenza.

Mascetti (ASI), puntiamo sulla collaborazione, ma anche per l’indipendenza nazionale

“I costi associati al viaggio nello spazio sono davvero esorbitanti, il viaggio verso Marte richiederà investimenti davvero importanti. La chiave per affrontare queste difficoltà è la collaborazione internazionale”. Lo ha spiegato Gabriele Mascetti, capo ufficio Volo Spaziale Umano dell’Agenzia Spaziale Italiana, durante l’evento Fly Future, promosso dall’associazione Ifimedia, in collaborazione con Mediarkè e Università Europea di Roma.

La struttura cristallina di uno strato di graphyne.
CREDITO
Yiming Hu

Dopo il grafene ecco il grafino

Il grafino, teorizzato per decenni ma mai prodotto con successo, è stato finalmente sintetizzato dai ricercatori dell’Università del Colorado a Boulder. Questa ricerca, annunciata su Nature Synthesis, colma una lacuna di lunga data nella scienza dei materiali in carbonio, aprendo potenzialmente nuove possibilità per la ricerca su elettronica, ottica e materiali semiconduttori. Il grafino è stato a lungo di interesse per gli scienziati a causa delle sue somiglianze con il “materiale meraviglioso”, il grafene, un’altra forma di carbonio molto apprezzata dall’industria la cui ricerca è stata persino insignita del Premio Nobel per la fisica nel 2010. Tuttavia, nonostante decenni di lavoro e teorizzando, prima d’ora sono stati creati solo pochi frammenti.

 

 

SCIENZA, MEDICINA E SANITA

 

Terapia genica funziona sulla distrofia muscolare

Un nuovo approccio di terapia genica potrebbe essere utilizzato per trattare la distrofia muscolare in stadio avanzato. Questo promettente risultato emerge da uno studio, pubblicato sulla rivista Science Advances, condotto dagli scienziati dell’Università di Iowa. Il team, guidato da Takahiro Yonekawa, ha utilizzato un modello murino per valutare l’efficacia della terapia, mediata dal virus adeno-associato (AAV). Stando a quanto emerge dall’indagine, l’approccio è stato in grado di ripristinare la funzione del muscolo scheletrico e migliorare il tasso di sopravvivenza degli esemplari trattati.

Verso un vaccino anticancro

Un nuovo tipo di vaccino contro il cancro che può contrastare la risposta difensiva dei tumori all’attacco immunitario indotto dal vaccino è stato presentato su Nature dai ricercatori del Dana-Farber Cancer Institute di Boston. I risultati preliminari hanno dimostrato l’efficacia e la sicurezza di questo vaccino nei topi e nei primati non umani. I risultati preclinici potrebbero aprire la strada a ulteriori test per determinare l’applicabilità clinica.

Tumori: al via la sperimentazione della decitabina contro il cancro del pancreas in pazienti selezionati  

È stato arruolato a Verona il primo paziente per lo studio ORIENTATE, la sperimentazione clinica che esplorerà il “riposizionamento” – o utilizzo alternativo – del farmaco decitabina contro l’adenocarcinoma duttale pancreatico (PDAC), comunemente indicato come cancro del pancreas, in fase avanzata e resistente alle terapie. Lo studio clinico nasce da due ricercatori, Luca Cardone del CNR e dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena (IRE) – IRCCS di Roma, promotore dello studio, e Michele Milella professore di Oncologia dell’Università di Verona e direttore dell’ UOC di Oncologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata (AOUI) di Verona (e già oncologo all’IRE), in qualità di coordinatore clinico.

Durata allattamento al seno legata allo sviluppo cognitivo

La durata dell’allattamento al seno potrebbe essere direttamente collegata alle capacità cognitive nei bambini di età compresa tra cinque e 14 anni. Lo suggerisce uno studio, pubblicato sulla rivista Plos One, condotto dagli scienziati dell’Università di Oxford, che hanno valutato la relazione tra l’allattamento al seno e le abilità cognitive. Il team, guidato da Reneé Pereyra-Elías, Maria Quigley e Claire Carson, ha analizzato i dati di 7.855 bambini nati nel biennio tra il 2000 e il 2002, che sono stati seguiti fino all’età di 14 anni nell’ambito del Millennium Cohort Study.

 

 

SCIENZA, TECNOLOGIA, MEDIA E SOCIETA’

 

Il robot più piccolo ha le sembianze di un granchio

Il più piccolo robot telecomandato al mondo misura solo mezzo millimetro, ha la forma di un granchio peekytoe, una specie di crostaceo delle rocce, ed è in grado di piegarsi, torcersi, gattonare, camminare, girarsi e persino saltare. A svilupparlo gli ingegneri della Northwestern University, della McCormick School of Engineering e del Querrey Simpson Institute for Bioelectronics (QSIB), che hanno pubblicato un articolo sulla rivista Science Robotics per descrivere i risultati del loro lavoro. Il team, guidato da John A. Rogers, ha realizzato anche robot di dimensioni millimetriche simili a vermi, grilli e scarafaggi.

 

ANIMALI

Elodie Briefer CREDIT Kristian Bjørn-Hansen, Copenhagen University

La scienziata che sussurra agli animali

Cavalli e maiali possono distinguere tra suoni negativi e positivi provenienti dalle specie simili a loro, dai loro parenti stretti, nonché dal linguaggio umano. Questo è quanto è emerso secondo una nuova ricerca di biologia comportamentale presso l’Università di Copenaghen. Lo studio, pubblicato sulla rivista BMC Biology, ha fornito informazioni sulla storia dello sviluppo emotivo ed ha aperto interessanti prospettive per quanto riguarda il benessere degli animali. “I risultati hanno mostrato che i maiali e i cavalli domestici, così come i cavalli selvaggi asiatici, possono distinguere, sia quando i suoni provengono dalla loro stessa specie e da parenti stretti, sia dalle voci umane”, ha spiegato Elodie Briefer del Dipartimento di Biologia dell’Università di Copenaghen.

T-Rex a sangue caldo e stegosauri a sangue freddo

Il metabolismo dei dinosauri non era omogeneo tra le varie specie, ma la maggior parte dei predatori erano animali a sangue caldo, come mammiferi e uccelli, mentre alcuni esemplari erbivori erano a sangue freddo, come i moderni rettili. A questa conclusione giunge uno studio, pubblicato sulla rivista Nature, condotto dagli scienziati del California Institute of Technology e del Field Museum di Chicago. Il team, guidato da Jasmina Wiemann, ha sviluppato un proxy innovativo in grado di stabilire il metabolismo degli animali estinti.

 

MOBILITA’

Euro NCAP, 5 stelle per KIA, Mercedes, Volkswagen e Volvo

Kia EV6, Mercedes-Benz classe C, Volkswagen Multivan e Volvo C40 Recharge raggiungono il punteggio massimo – cinque stelle – nella terza serie di crash test Euro NCAP del 2022. Una stella in meno per Opel Astra e Peugeot 308. La Kia EV6, veicolo elettrico equipaggiato con batteria long range, raggiunge le 5 stelle, nel test di urto frontale buona la protezione per le ginocchia e i femori sia del conducente che del passeggero. In quello della barriera laterale e contro il palo, bene la protezione di tutte le aree critiche del corpo, segnando i massimi punteggi. 

ACEA, UE veicoli commerciali – 27,1 % ad aprile

Ad aprile 2022, le immatricolazioni di nuovi veicoli commerciali nell’Unione Europea sono diminuite del 27,1 per cento su base annua, con 125.034 unità vendute, secondo i dati dell’ACEA – European Automobile Manufacturers’ Association. I quattro mercati chiave dell’UE hanno subito perdite significative, contribuendo al forte calo continentale: Spagna (-36,0 per cento), Germania (-30,5 per cento), Francia (-28,6 per cento) e Italia (-17,5 per cento). A quattro mesi dall’inizio del 2022, le vendite di nuovi veicoli commerciali nell’UE sono diminuite del 20,3 per cento rispetto ai primi quattro mesi del 2021, con il risultato negativo del mese scorso che ha ulteriormente ridotto la performance cumulativa. 

Roboticists from Carnegie Mellon University gather data for training off road ATVs.
CREDIT Carnegie Mellon University

Studiosi raccolgono dati per fuoristrada a guida autonoma fuoristrada

I ricercatori della Carnegie Mellon University, USA, hanno portato un veicolo fuoristrada (ATV) in percorsi caratterizzati da erba alta, fango e altre caratteristiche avverse per raccogliere dati su come lo stesso veicolo fuoristrada fosse in grado di interagire con un ambiente di guida impegnativo, in vista della realizzazione di ATV a guida autonoma. Hanno guidato l’ATV, dotato di particolari sensori, in modo particolarmente “aggressivo” a velocità fino a 30 miglia all’ora (circa 48 chilometri all’ora). Sono slittati in curva, l’hanno portato su e giù per le colline e l’hanno persino bloccato nel fango, il tutto mentre raccoglievano dati come video, velocità di ciascuna ruota etc. Il set di dati risultante, chiamato TartanDrive, include circa 200.000 testimonianze di queste “interazioni” col mondo reale. 

Guida autonoma; studio Audi delinea sfide del settore

Audi ha presentato i risultati di uno studio dedicato alle sfide che incontreranno i veicoli a guida autonoma nel prossimo futuro, in particolar modo quelle legate alla percezione di questi mezzi da parte del pubblico. Secondo gli esperti la “Vision zero” nella guida autonoma, ovvero la totale assenza di incidenti, non sarà realizzabile al 100 percento nel prossimo futuro e conseguentemente questo fattore va considerato quando si affrontano le preoccupazioni dei guidatori.

Auto autonome possono portare gli umani a guidare meglio

Un nuovo modello realizzato al computer suggerisce che le auto controllate dall’Intelligenza artificiale (IA) non solo sono in grado di muoversi più agevolmente e con meno consumo di carburante di quelle condotte dagli umani, ma che la loro presenza su strada costringe anche i guidatori umani a comportamenti più efficienti. Lo studioso Benedetto Piccoli della Rutgers University, New Jersey, USA, e i suoi colleghi hanno creato un modello al computer di una semplice strada circolare con una sola corsia in ciascuna direzione e hanno scoperto che le auto a guida autonoma potrebbero ridurre il consumo complessivo di carburante di tutto il traffico del 40 per cento

Sviluppato sensore per individuare le condizioni della strada

I ricercatori dell’Universidad Carlos III de Madrid (UC3M), Spagna, hanno brevettato un sensore per rilevare le condizioni stradali mentre un veicolo è in movimento. Questo innovativo sensore avverte della presenza di acqua, ghiaccio, neve e altri ostacoli sulla strada, oltre a utilizzare questi dati per calcolare la possibile mancanza di aderenza al suolo delle gomme. Lo scopo di questo dispositivo è aumentare la sicurezza durante la guida e prevenire gli incidenti.

Associate Professor Filippo Giustozzi is a leading road engineer focused on delivering practical and readily implementable research outcomes. CREDIT RMIT University

Strade fatte con gomme riciclate durano il doppio

Gli ingegneri della RMIT University in Australia hanno scoperto che una miscela di bitume, formata in parte con pezzi di pneumatici usati, è sia resistente ai raggi UV che all’usura da traffico, e quindi ha il potenziale di far risparmiare milioni ai governi sulla manutenzione stradale ogni anno. A differenza di molte infrastrutture all’aperto, come attrezzature per parchi giochi e mobili da esterno, le strade non sono progettate con alcuna protezione solare, il che le rende soggette a crepe e potenzialmente pericolose per la guida.

Lilium, Honeywell e Denso insieme per jet elettrico

La startup bavarese di aerotaxi elettrici Lilium ha stretto una partnership con Honeywell e Denso per sviluppare e produrre congiuntamente il motore elettrico per il Lilium Jet, il cui lancio sul mercato è stato posticipato al 2025. Honeywell sta già sviluppando l’avionica e i sistemi di controllo del volo del Lilium Jet e ha investito in Lilium nel 2021. 

Mumbai ordina 2100 bus elettrici

Il produttore indiano di autobus e partner di BYD, Olectra Greentech ha ricevuto un ordine per 2.100 autobus elettrici da Brihanmumbai Electric Supply and Transport (BEST), l’operatore di trasporto locale della metropoli indiana di Mumbai.

Batterie; Polestar investe in StoreDot

Il produttore svedese di auto elettriche Polestar è diventato azionista dello sviluppatore di batterie israeliano StoreDot. Oltre all’investimento finanziario, entrambe le società vogliono valutare l’uso delle batterie a carica rapida di StoreDot per i futuri veicoli Polestar. Volvo Cars aveva già investito in StoreDot ad aprile.

USA, età media delle auto ai suoi record più alti

I consumatori statunitensi stanno utilizzando i propri veicoli più a lungo di prima, dato che le difficoltà sulle catene di approvvigionamento del settore automobilistico hanno reso più complicata la sostituzione con veicoli nuovi. Per conseguenza, l’età media dei veicoli USA in circolazione ha raggiunto un massimo storico, secondo quanto riporta da un rapporto di S&P Global Mobility. L’età media dei veicoli leggeri in funzione (VIO) negli Stati Uniti è salita a 12,2 anni finora quest’anno

Bastano pochi cambiamenti mirati per migliorare il trasporto pubblico

Gli studiosi del Karlsruhe Institute of Technology in Germania, hanno studiato come migliorare l’efficacia dei trasporti a livello locale, puntando ad una maggiore sostenibilità ambientale e sociale e alla riduzione delle auto private, scoprendo che una migliore integrazione tra trasporti pubblici e servizi di sharing può portare a notevoli risultati in questa direzione.(30Science.com)

X