Le immagini e le notizie del 19 Aprile 2022

19 Apr, 2022
In evidenza | News | Notiziario

(30Science.com) – Roma, 19 apr. – Le immagini e le notizie di oggi.

IMMAGINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

IN EVIDENZA

 

NATO aggiorna tecnologia armi con programma DIANA

Gli alleati della NATO hanno lanciato un nuovo programma per affinare le tecnologie militari dell’Alleanza. Il programma è denominato Defence Innovation Accelerator for the North Atlantic o DIANA. Già nel febbraio 2021, i ministri della Difesa della NATO avevano approvato “Promuovere e proteggere: la strategia di attuazione coerente della NATO sulle tecnologie emergenti e dirompenti”. Si trattava di un piano generale della NATO per guidare il suo rapporto con le cosiddette EDT (tecnologie emergenti e dirompenti) e aveva due obiettivi principali: promuovere lo sviluppo e l’adozione di tecnologie a duplice uso (cioè tecnologie che sono focalizzate su usi commerciali, ma possono anche avere applicazioni di difesa e sicurezza) e creare un forum per gli alleati per lo scambio delle migliori pratiche nel settore della difesa.

 

SCIENZA E LIBERTA’

Nuovo libro, racconta gli scienziati prigionieri in Iran

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un nuovo libro, “The Uncaged Sky”, dell’antropologa Kylie Moore-Gilbert, segnalato dalla prestigiosa rivista “Nature”, mette a nudo i severi abusi mentali e fisiche che stanno subendo i ricercatori prigionieri in Iran specialmente le donne e sottolinea l’importanza delle campagne di sensibilizzazione per tenere alta l’attenzione su questo problema. Moore-Gilbert, che ha la doppia cittadinanza britannica e australiana, si è trovata in una posizione unica per scrivere questo resoconto. Si è recata in Iran nel 2018 per partecipare a una conferenza ed è stata arrestata all’aeroporto mentre si preparava a tornare in Australia. È stata imprigionata per due anni con l’accusa di spionaggio prima di essere rilasciata come parte di uno scambio di prigionieri. 

 

EVENTI

TEDXSAPIENZAU

Nasce dalla proposta di alcuni studenti dell’ateneo che hanno sentito urgente la necessità di affermare la centralità delle Università dinanzi le sfide globali della società moderna. Il nostro intento è quello di accompagnare con una partecipazione attiva l’intera comunità studentesca in una programmazione nuova, ampia e di respiro internazionale riunendo menti, idee e storie brillanti per favorire l’apprendimento, l’ispirazione, lo stupore, sviluppare conversazioni e dialoghi di spessore.(CLICCA QUI)

MEETING DEL NETWORK DI ATENEI CHE SOSTENGONO I PROGETTI EELISA ED EELISA INNOCORE

Il futuro dell’istruzione universitaria e dell’innovazione in chiave europea si costruisce a Pisa. Da mercoledì 20 a venerdì 22 aprile la Scuola Normale Superiore e la Scuola Superiore Sant’Anna ospitano il meeting di rettrici e rettori, direttrici e direttori, delegate e delegati dei nove atenei europei che, riuniti in un’alleanza, partecipano ai progetti EELISA (acronimo di European Engineering Learning Innovation and Science Alliance) ed EELISA innoCORE (acronimo di INNOvation and COmmon REsearch Strategy).  (CLICCA QUI)

 

NEWS

 

OSSERVATORIO TRANSIZIONE ECOLOGICA

 

On 25 February 2022, scientists recorded near-record below normal sea ice extent in the Antarctic. The cover photo of sea ice (credit: Yingqi LIANG) was taken on 30 January 2022 onboard Xuelong2 in the Antarctic Cosmonauts Sea.
CREDIT
Advances in Atmospheric Sciences

Mai così poco ghiaccio antartico

Nella calotta antartica è stato raggiunto un record di bassa estensione del ghiaccio marino. Questo triste primato è riportato sulla rivista Advances in Atmospheric Sciences dagli scienziati della Sun Yat-sen University e del Southern Marine Science and Engineering Guangdong Laboratory (Zhuhai) in Cina. Il team ha descritto le probabili cause associate al minimo di estensione osservato nel ghiaccio marino antartico. I ricercatori hanno valutato i dati raccolti dai satelliti sin dal 1978.

La società di biotecnologie Oxitec ha condotto il primo test all’aperto di zanzare geneticamente modificate negli Stati Uniti posizionando scatole di uova in punti selezionati delle Florida Keys. Credit: Joe Raedle/Getty.

Primi risultati sperimentazioni in Florida delle zanzare GM contro la dengue

L’azienda biotecnologica Oxitec ha annunciato su Nature i positivi risultati della prima sperimentazione statunitense di zanzare geneticamente modificate. Sono ancora necessari test più ampi per determinare se gli insetti possono raggiungere l’obiettivo finale di sopprimere una popolazione selvaggia di zanzare potenzialmente portatrici di virus. (CLICCA QUI)

Adriatico, è l’attività umana a danneggiare la fauna marina più dei cambiamenti climatici naturali

Non sono stati 120mila anni di importanti cambiamenti climatici a cambiare gli ecosistemi del mare Adriatico tanto quanto i cambiamenti indotti dall’uomo degli ultimi secoli. Ad affermarlo è Michal Kowalewskila, cattedra di Paleontologia Museo di Storia Naturale della Florida in un articolo appena pubblicato sulla rivista Global Change Biology. Lo studio che indaga i cambiamenti climatici e dell’uomo negli ecosistemi adriatici. Un’analisi di oltre 70.000 fossili indica che le comunità di molluschi erano incredibilmente resistenti ai principali cambiamenti climatici durante l’ultima era glaciale. Gli scienziati del Museo di Storia Naturale della Florida e diversi istituti di ricerca europei hanno tracciato la storia degli ecosistemi adriatici attraverso due periodi caldi che hanno posto fine alla più recente espansione glaciale. I loro risultati mostrano che i grandi cambiamenti di temperatura, salinità e livello del mare hanno avuto un impatto molto minore sulle comunità di molluschi rispetto all’attuale crisi ambientale causata dall’attività umana nella regione. I ricercatori sanno da tempo che i moderni ecosistemi adriatici sono notevolmente alterati rispetto al passato.

immagine estratta dalla back-cover del numero 9, 2022 della rivista Environmental Science: Nano su cui è stato pubblicato l’articolo (https://pubs.rsc.org/en/Content/ArticleLanding/2022/EN/D2EN90004A)

Cnr, nuova tecnologia rileva le microplastiche prodotte dagli pneumatici

Uno studio dell’Istituto per i processi chimico-fisici del Cnr, in collaborazione con le Università di Göteborg e Le Mans, mostra come le pinzette ottiche Raman possano essere utilizzate per rivelare micro e nanoparticelle generate dall’abrasione degli pneumatici durante i processi di accelerazione e frenata. I risultati potranno aiutare a sviluppare gomme più sostenibili e con un minore impatto sulla salute. La ricerca è pubblicata su Environmental Science: Nano. 

 

Uno dei frammenti varianti degli Annali di bambù , estratto dal Testo antico degli Annali di bambù citati in (b) Tàipíng Yùlǎn (太平御覽, v. 874, f. 4b; MS Nu-3 in
© Biblioteca nazionale della dieta del Giappone).

Uno dei frammenti varianti degli Annali di bambù , estratto dal Testo antico degli Annali di bambù citati in (b) Tàipíng Yùlǎn (太平御覽, v. 874, f. 4b; MS Nu-3 in © Biblioteca nazionale della dieta del Giappone).

SCIENZA E RICERCA

Scoperta prima traccia di un’aurora negli annali cinesi

Un evento celeste, menzionato in un antico testo cinese, è risultato essere il più antico riferimento conosciuto ad un’aurora, superando il precedente record dell’avvistamento di un’aurora polare di circa tre secoli fa. A scoprirlo è stato Marinus Anthony van der Sluijs, ricercatore indipendente con sede in Canada e la scoperta è stata recentemente pubblicata sulla rivista Advances in Space Research. Gli Annali di Bambù, o Zhushu Jinian in mandarino, raccontano la storia della Cina dai primi tempi leggendari fino al IV secolo a.C. e nel testo compaiono fatti storici e occasionalmente osservazioni insolite nel cielo.

 

 

Spazio, anche ai confini della Galassia ci sono molecole organiche

Rappresentazione artistica della Via Lattea: i cerchi verdi indicano le sorgenti osservate, il cerchio giallo rappresenta la zona solare con il Sole indicato al centro. Sulla destra sono schematizzate alcune delle molecole individuate nello studio.
Crediti: NASA/JPL-Caltech/R. Hurt (SSC/Caltech)/ Fontani/Magrini (INAF)

Grazie al lavoro del team internazionale coinvolto nel progetto CHEMOUT (CHEMical complexity in star-forming regions of the OUTer Galaxy), per la prima volta sono state analizzate in dettaglio nella regione esterna della Via Lattea, la nostra galassia, alcune molecole organiche semplici e molecole associate a processi di formazione stellare. I risultati dello studio mostrano che la presenza di queste molecole non varia significativamente con la distanza dal centro galattico e l’attività di formazione stellare è altrettanto efficiente anche nei più remoti confini della Galassia. “Finora pensavamo che la regione esterna della nostra galassia fosse un ambiente sfavorevole alla formazione sia di pianeti terrestri sia di molecole complesse” dice Francesco Fontani, ricercatore dell’INAF di Firenze e primo autore dell’articolo in pubblicazione sulla rivista Astronomy & Astrophysics.

Un supercomputer per allerta rapido rischio vulcanico e catastrofi

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sviluppati codici numerici e applicazioni che potranno essere utilizzati come servizi di calcolo urgente (urgent computing) per l’allerta precoce (early warning) e la valutazione dei rischi in caso di eventi naturali calamitosi. Realizzati nell’ambito del progetto ChEESE (Centre of Excellence for Exascale in Solid Earth), coordinato dal Barcelona Supercomputing Center in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), i codici hanno permesso di effettuare simulazioni numeriche in modo efficiente sui più potenti supercomputer europei, in grado di processare milioni di miliardi di operazioni al secondo. “Nell’ambito di ChEESE abbiamo sviluppato 10 codici di punta per le scienze della Terra Solida” spiega il coordinatore del progetto, il Professor Arnau Folch, esperto del Barcelona Supercomputing Center (BSC) e del Consiglio nazionale spagnolo delle ricerche (CSIC).

This artist’s conception shows how double ridges on the surface of Jupiter’s moon Europa may form over shallow, refreezing water pockets within the ice shell. This mechanism is based on the study of an analogous double ridge feature found on Earth’s Greenland Ice Sheet. (Image credit: Justice Blaine Wainwright)
CREDIT
Justice Blaine Wainwright

Europa potrebbe nascondere molta acqua liquida

Il guscio di ghiaccio di Europa potrebbe avere un’abbondanza di sacche d’acqua che potrebbero essere cruciali per il rilevamento di ambienti potenzialmente abitabili negli strati più esterni della luna gioviana. I risultati dei ricercatori dell’Università di Stanford sono stati pubblicati su Nature Communications. Europa è un ottimo candidato per la vita nel Sistema Solare e il suo profondo oceano di acqua salata ha affascinato gli scienziati per decenni, ma è racchiuso da un guscio ghiacciato che potrebbe essere spesso chilometri o decine di chilometri, rendendo il campionamento una prospettiva scoraggiante. Ora, prove crescenti hanno rivelato che il guscio di ghiaccio potrebbe non essere una semplice barriera, ma più probabilmente un sistema dinamico e un sito di potenziale abitabilità a sé stante.

 

SCIENZE, MEDICINA E SANITA’

Scienza: esperimento, riattivate alcune funzioni cerebrali in maiali deceduti

Il cervello e l’attività cerebrale potrebbero essere preservati anche a distanza di qualche ora dal momento del decesso. Questo, almeno, è quanto emerge da uno studio, pubblicato sulla rivista Nature, condotto dagli scienziati della Yale School of Medicine di New Haven, che hanno utilizzato un sistema di perfusione artificiale chiamato Brain Ex per ripristinare strutture e funzioni cerebrali nel cervello di alcuni maiali dopo quattro ore dalla loro morte. Il team, guidato da Stuart Youngner e Insoo Hyun, ha utilizzato circa 300 teste di maiale prelevate da un mattatoio del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti.

Covid: anticorpi nel 99% della popolazione in Indonesia

Quasi tutti gli abitanti dell’isola Giava hanno sviluppato anticorpi contro Covid-19. A dirlo, è l’ultima indagine commissionata dal governo indonesiano. A rendere l’isola più popolosa dell’Indonesia libera dal Covid sarebbe stata una combinazione di infezioni precedenti e campagne di vaccinazione. Lo studio è stato condotto lo scorso marzo  dall’Università dell’Indonesia su 2.100 abitanti di Giava, isola che in totale che ospita 150 milioni di persone, e Bali, la principale destinazione turistica dell’Indonesia.

I batteri emettono suoni che raccontano la loro salute

Animation showing how a graphene drum can reveal the sound of bacteria. The sound stops when a bacterium is killed by an antibiotic. CREDIT
Irek Roslon – TU Delft

Anche i batteri hanno un suono particolare, che cambia con il loro stato di salute. Lo descrive uno studio, pubblicato sulla rivista Nature Nanotechnology, condotto dagli scienziati della Delft University of Technology, che hanno elaborato il suono di un singolo batterio usando il grafene. Il team, guidato da Farbod Alijani, sottolinea che conoscere il suono dei batteri potrebbe facilitare il loro riconoscimento. Se fosse possibile “ascoltare” i batteri, commentano gli autori, sarebbe più facile capire se si tratta di organismi vivi o se sono stati debellati, ad esempio, grazie a un trattamento a base di antibiotico.

Covid: vaccinarsi riduce la carica virale

Essersi vaccinati contro il Covid-19 offre una maggiore garanzia di avere una bassa carica virale in caso di infezione da SarsCov2. A dirlo, è uno studio su Nature Medicine, portato avanti da un gruppo di ricerca dell’Università di Ginevra (UNIGE) e degli Ospedali universitari di Ginevra (HUG). Uno dei principali fattori nella valutazione dell’infettività dei pazienti Covid-19 è la misurazione della carica virale, che può essere influenzata dalla variante e dallo stato di vaccinazione del paziente.

In arrivo primo farmaco contro l’apnea notturna

Un nuovo studio dell’Università di Göteborg ha aperto la strada al primo trattamento farmacologico per l’apnea notturna. Rispetto a prima del trattamento, le pause respiratorie sono diminuite con una media di oltre 20 all’ora. Il trattamento è l’inibizione dell’anidrasi carbonica (CA), essendo CA un enzima che serve a mantenere un equilibrio tra acido carbonico e anidride carbonica nel corpo. Diversi farmaci con proprietà inibitorie del CA sono già disponibili sul mercato e utilizzati per il trattamento del glaucoma, dell’epilessia e di altri disturbi.

Covid: uno smartwatch per tenere i sintomi sotto controllo

In caso di infezione da SARS-CoV-2, è possibile riscontrare un cambiamento nella frequenza cardiaca, il che potrebbe essere documentato facilmente tramite uno smartwatch in grado di monitorare i parametri vitali. Lo suggerisce uno studio, pubblicato sulla rivista Cell Reports Medicine, condotto dagli scienziati dell’Università del Michigan, che hanno valutato la possibilità di utilizzare dispositivi indossabili per tenere traccia dei sintomi di Covid-19 e altre problematiche di salute. Il team, guidato da Daniel Forger, ha esaminato in particolare gli effetti dell’infezione da SARS-CoV-2 sulla frequenza cardiaca.

Ecco come ci si libera dai pensieri indesiderati

Il cervello potrebbe utilizzare un sistema particolare di allarme per sopprimere i pensieri scomodi. A questa conclusione giunge uno studio, pubblicato sul Journal of Neuroscience, condotto dagli scienziati dell’Università di Cambridge e della Southwest University. Il team, guidato da Crespo Garcia, ha coinvolto 24 partecipanti a cui è stata misurata l’attività cerebrale con elettroencefalogramma (EEG) e risonanza magnetica (fMRI) durante un esercizio di memorizzazione mnemonica.

 

SOCIETA’

Alimentazione: intervenire sull’offerta di negozi e ristoranti, dicono i ricercatori sul The BMJ

Cambiare la qualità e la tipologia di cibi e bevande offerti nei negozi, ristoranti e bar sarebbe utile per migliorare le diete alimentare, nonché per ridurre le disuguaglianze sociale e proteggere l’ambiente. Ad affermarlo, sono i ricercatori sulla prestigiosa rivista The British Medical Journal. Questi tipi di misure sono chiamati dagli esperti ‘interventi di disponibilità’. Questi includono la sostituzione di alcuni prodotti dolciari con frutta o noci; bevande zuccherate senza o con poche opzioni di zucchero; alcolici con bevande analcoliche e pietanze base di carne con pasti a base vegetale.

 

MOBILITA’

Ultrasuoni per monitorare meglio le ferrovie

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’University of Huddersfield, GB, ha stretto una partnership con un’azienda tecnologica per collaborare allo sviluppo di un sistema di misurazione della lubrificazione dei binari che utilizzi la tecnologia a ultrasuoni. La collaborazione consentirà all’Institute of Railway Research (IRR) dell’Università di lavorare con Tribosonics Ltd con sede a Sheffield per lo sviluppo di questa nuova soluzione al problema di rilevamento della lubrificazione tra ruota e binario.

Messico, sindacato chiede aiuto a USA contro Panasonic

Un sindacato messicano ha chiesto al governo degli Stati Uniti di indagare su uno stabilimento Panasonic per presunte violazioni dei diritti dei lavoratori, in Messico. In una petizione ai funzionari del lavoro statunitensi, riportata dalla “Reuters”,

Penske ordina 750 furgoni elettrici Ford

Penske Truck Leasing ha ordinato 750 furgoni elettrici E-Transit di Ford Motor Co. Penske, che prevede di prendere in consegna il primo lotto di veicoli nelle prossime settimane, ha affermato che i primi veicoli E-Transit saranno resi disponibili nel sud della California 

Didi: a maggio voto per lasciare borsa USA

La compagnia di ride-hailing Didi Global Inc terrà un’assemblea generale straordinaria (EGM) il 23 maggio per votare sui piani di delisting dal mercato azionario degli Stati Uniti, ha dichiarato il colosso cinese. 

Componentistica; Tupy compra MWM

La società brasiliana di ricambi auto Tupy SA ha firmato un accordo per l’acquisizione del produttore di motori MWM, formalmente noto come International Industria Automotiva da America do Sul, ha dichiarato Tupy.

Scooter elettrici; CEO Gogoro: chip sufficienti per ora

Il produttore taiwanese di scooter elettrici Gogoro Inc ha tutti i chip di cui ha bisogno per ora, ha affermato martedì il fondatore e amministratore delegato Horace Luke, ma potrebbe affrontare un problema di forniture entro la fine dell’anno a causa della crescita del business. 

GB, lanciato nuovo laboratorio per mobilità green

La Huddersfield Business School ha lanciato il primo Future Mobility Lab (FML) del Regno Unito sotto la guida del dottor Alexandros Nikitas dell’Università, per promuovere lo studio interdisciplinare della mobilità sostenibile e socialmente inclusiva e dei trasporti automatizzati, connessi, alimentati alternativamente, digitalizzati e condivisi, nonché come un cambiamento ispiratore del comportamento di viaggio.

 

La Huddersfield Business School dell’University of Huddersfield, GB, ha lanciato quello che l’Università definisce il primo Future Mobility Lab (FML) del Regno Unito sotto la guida del dottor Alexandros Nikitas, per promuovere lo studio interdisciplinare della mobilità sostenibile e socialmente inclusiva e dei trasporti automatizzati, connessi, alimentati alternativamente, digitalizzati e condivisi. 

Studio, usare la curcuma per carburante green

I ricercatori del Clemson Nanomaterials Institute (CNI), USA, e i loro collaboratori dello Sri Sathya Sai Institute of Higher Learning (SSSIHL) in India hanno scoperto un nuovo modo per combinare la curcumina, la sostanza alla base della curcuma, e le nanoparticelle d’oro per creare un elettrodo che richiede 100 volte meno energia per convertire efficientemente l’etanolo in elettricità e alimentare così un veicolo a cella a combustibile. 

Finlandia, S Group espande rete di ricarica

La cooperativa finlandese di vendita al dettaglio S Group prevede di triplicare la rete di stazioni di ricarica nei suoi negozi entro la fine di quest’anno, da 50 località alla fine del 2021 a oltre 150 località con un totale di circa 1.000 punti di ricarica entro la fine del 2022. 

Batterie; CATL si espande in Indonesia

La filiale aziendale di CATL che si occupa di riciclo, Brunp ha stretto una partnership con le società indonesiane Antam e IBI. CATL vuole investire l’equivalente di quasi 5,5 miliardi di euro in Indonesia. L’accordo si concentra sull’estrazione e la lavorazione del nichel, sui materiali delle batterie, sulla produzione e sul riciclo delle batterie.(30Science.com)

X