string(4) "post" Ricerca Italiana: gli italiani e gli ERC Starting Grant la mappa di dove vanno in Europa | 30Science Communication

Ricerca Italiana: gli italiani e gli ERC Starting Grant la mappa di dove vanno in Europa

24 Nov, 2022
Emanuele Perugini
In evidenza | News | Notiziari di 30Science.com | Notiziario ricerca italiana | ricerca | Ricerca Italiana

(30Science.com) – Roma, 24 nov. – Nei giorni scorsi lo European Research Council (ERC) ha assegnato gli Starting Grant. Si tratta di finanziamenti che vengono assegnati a giovani ricercatori che possono scegliere la sede dove svolgere le loro attività di ricerca. Tra i vincitori di questo bando ci sono cittadini di 46 paesi, in particolare tedeschi (70 ricercatori), italiani (41), israeliani (30) e olandesi (28). Non tutti i ricercatori e le ricercatrici italiane che hanno vinto questo consistente assegno (circa 1,5 milioni di euro) hanno scelto una sede in Italia  per sviluppare le loro attività. Altri hanno optato per altri paesi.

Ecco dove sono andati:

Germania

1 – ELISA MANTELLI  ha scelto l’Alfred Wegener Institute for Polar and Marine Research per sviluppare il suo progetto PHAST (A physics-based study of ice stream dynamics)

2 – MARTINA DELBIANCO sarà al  Max Planck Society con il suo progetto GLYCOFOLD (Glycan foldamers: designing oligosaccharides to build threedimensional architectures)

3 – GABRIELE GIACOMO SCHIATTARELLA  andrà alla  Charité – University Hospital di Berlino per il progetto KetoCardio (Linking Ketone Metabolism and Signaling in Heart Failure)
with Preserved Ejection Fraction

4 – ANDREA TRABATTONI  sarà al Deutsches ElektronenSynchrotron per lo sviluppo di DESY (SoftMeter Multi-messenger soft-field spectroscopy of molecular electronics at interfaces)

5 – MICHELANGELO VILLANO sarà al The German Aerospace Center (DLR) per il progetto DRITUCS (Distributed Radar Interferometry and Tomography Using Clusters of Smallsats)

Estonia

6 – ALESSANDRO RIPPA  sarà alla Tallinn University per sviluppare il progetto  AMBER (Amber Worlds: A Geological Anthropology for the Anthropocene)

Francia

7 – ANDREA ALAMIA  sarà al Centre National de la Recherche Scientifique (CNRS) per il progetto OSCI-PRED (A Predictive Coding Perspective of Brain Dynamics: the case of Oscillatory Travelling Waves)

8 – SIMONE PEZZOTTI sarà alla Ecole Normale Superieure con il progetto ELECTROPHOBIC (HydroPHOBIC solvation at ELECTROchemical interfaces)

Olanda

9 – FRANCESCO AVALLONE sarà alla Delft University of Technology per il progetto  LINING (Acoustic fLow InteractioN over sound absorbing surfaces: effects on ImpedaNce and draG

10 – IVAN LANGELLA sarà alla Delft University of Technology per il progetto  OTHERWISE Control of Hydrogen and Enriched-hydrogen Reacting flows with Water injection and Intensive Strain for ultra-low Emissions)

11 – GRAZIANA CIOLA sarà alla Radboud University Nijmegen per il progetto i2 (The Impossible and the Imaginable: Late-Medieval Semantics of Impossibility and the Roots of Complex Mathematics)

12 – FRANCESCA GRISONI sarà alla Eindhoven University of Technology per il progetto ReMINDER (Revolutionizing AI in drug discovery via innovative molecular representation paradigms)

 

Regno Unito

13 – LORENZA FONTANA sarà alla University of Glasgow per il progetto FIREPOL (The Politics of Wildfires: A Comparative Study of Norms, Power and Conflict in the Global South)

14 – DIANA FUSCO sarà alla University of Cambridge per il progetto EvoPhage (Predicting multi-scale evolution of phage-host interactions in complex environments)

15 – CARLO INVERARDI-FERRI sarà alla Queen Mary University of London per sviluppare il progetto illicitLABOUR (Illicit labour: Unveiling the dark sides of the global photovoltaic industry)

16 – TOMMASO JUCKER  sarà alla University of Bristol per il progetto FORTRESS (Forest ecosystems and their resilience to climate extremes across Europe)

17 – MARTINO LUPINI sarà alla Newcastle University Nper il progetto DAT (Definable Algebraic Topology)

18 – MATTIA SILVI sarà alla University of Nottingham per il progetto UNION (Onium Ions in (Photo)Catalysis for Organic Synthesis)

19 – ANTONIO VERGARI sarà alla University of Edinburgh University per il progetto UNREAL (A Unified Reasoning Layer for Trustworthy ML). (30Science.com)

Sono un giornalista. Sono nato nel 1970 e ho cominciato a scrivere nel 1994. Non ho più smesso. Nel corso della mia carriera ho scritto molto di scienza, di ambiente, di salute cercando di portare la scienza e la profondità dell'analisi scientifiche in ogni ambito di cui mi sono occupato.