Salute: malaria, nuove prove di efficacia del vaccino

14 Set, 2022
Alessandro Berlingeri
In evidenza | News | Salute

(30Science.com) ─ Roma, 14 set. ─ Un promettente vaccino contro la malaria è risultato efficace fino all’80% nel prevenire la malattia nei bambini piccoli che hanno ricevuto un’iniezione di richiamo un anno dopo la dose iniziale, superando l’obiettivo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) del 75% di efficacia. I risultati della sperimentazione clinica, che sono stati pubblicati su The Lancet Infectious Diseases ed annunciati su Nature, si sono aggiunti ai dati pubblicati lo scorso anno ed hanno mostrato come le risposte immunitarie, che sono diminuite nel corso dell’anno dopo la dose iniziale di vaccino, possono essere riportate ai livelli iniziali. I risultati, raggiunti da un team internazionale guidato dallo United States Centers for Disease Control and Prevention di Kisumu, in Kenya, fanno sperare che il vaccino, chiamato R21, possa essere un’arma efficace nella lotta contro la malaria, che è uno dei più grandi assassini di bambini a livello globale.

Un’infermiera si prepara a somministrare un vaccino contro la malaria in Kenya. Credit: Baz Ratner/Reuters.

I funzionari della sanità pubblica richiederanno i risultati di un processo più ampio, con più di dieci volte il numero attuale di partecipanti, sparsi in quattro paesi africani, prima di poter confermare la sicurezza e l’utilità di R21 e implementarlo su scala più ampia.

C’è ancora molto lavoro da fare”, ha affermato Matshidiso Moeti, direttore regionale dell’OMS per l’Africa, che ha sede a Brazzaville nella Repubblica del Congo. “Ma penso che questa sia una notizia molto positiva.

Il vaccino R21 è stato testato su 450 bambini di età compresa tra 5 e 17 mesi in Burkina Faso, paese in cui le infezioni da malaria sono stagionali. Ciò potrebbe influire sulla sua apparente efficacia: un vaccino somministrato poco prima di un picco stagionale di malaria potrebbe sembrare più efficace di uno somministrato in un paese con una diffusione della malattia più uniforme durante tutto l’anno. Questo perché i bambini in quest’ultimo paese potrebbero affrontare un rischio maggiore di infezione dopo che la loro immunità indotta dal vaccino ha iniziato a diminuire.

I risultati attesi da uno studio più ampio su 4.800 bambini in 4 paesi africani, di cui 2 in cui la malaria è una minaccia per tutto l’anno, potrebbero affrontare questa preoccupazione e consolidare il record di sicurezza senza macchia di R21. (30Science.com)

Adoravo parlare di Fantascienza con mia madre prima di dormire e tirar fuori strane teorie anziché ascoltare le favole della buonanotte. La conseguenza? Una laurea in Fisica all’Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" con una tesi sui “Metodi per la Ricerca di Pianeti Extrasolari”. Mi dedico dal 2008 alla Divulgazione Scientifica ovunque sia possibile, nelle scuole, in grandi eventi pubblici, in musei, in grandi strutture scientifiche di Roma, radio, televisione, internet.. ovunque! Ho affiancato il tutto alle mie passioni di tutta una vita: il nuoto, la musica, il cinema ed ogni sfaccettatura nerd che si possa immaginare.
X