Terapia intensiva: la qualità della vita cala per 1 paziente su 2

8 Set, 2022
Lella Simone
News | Salute

(30Science.com) – Roma, 8 set. – Più di un paziente su due, ad un anno dal ricovero in terapia intensiva, non guarisce completamente, registrando un significativo deterioramento della qualità della vita. A rivelarlo, uno studio olandese pubblicato oggi su PLOS. I ricercatori della University Medical Center Goettingen, in Germania hanno cercato di indagare in maniera più profonda il livello di recupero dopo il ricovero in unità di terapia intensiva (ICU). In un precedente studio retrospettivo, la percentuale di pazienti non guariti era del 44%.

Lo scopo di questo studio prospettico di follow-up era valutare i cambiamenti nella qualità della vita correlata alla salute (HRQoL) nel primo anno dopo il ricovero in terapia intensiva. In questo studio, sono stati inclusi un totale di 81 pazienti. Il cinquantacinque per cento dei pazienti non ha soddisfatto i criteri predisposti per il recupero completo e questi, sono stati assegnati al gruppo Non Recovery (NR). L’indicatore della qualità della vita (HRQoL) differiva significativamente tra il gruppo Recupero (R) e NR. I pazienti nel gruppo NR hanno ricevuto assistenza domiciliare più spesso e hanno avuto un maggiore utilizzo dell’assistenza sanitaria (44 contro 17% nei primi tre mesi dopo l’ICU).

Solo il quattordici per cento dei pazienti NR è stato in grado di partecipare alle attività lavorative. Inoltre, i pazienti NR hanno mostrato persistentemente una ridotta qualità della vita complessiva durante tutto l’anno. Il recupero limitato nei sopravvissuti in terapia intensiva si riflette in una qualità della vita complessivamente ridotta, nonché in conseguenze di vasta portata per le esigenze sanitarie dei pazienti e la loro capacità di reintegrarsi in società. Nel nostro studio, la HRQoL di base sembrava essere un importante predittore di lungo termine che può aiutare a identificare i pazienti a rischio di non guarigione a lungo termine, concludono gli autori. (30Science.com)

X