Sistema ARGO fino al 2023: rinnovato progetto per lo sviluppo di imprese biotech

5 Lug, 2021
News | Scienza

(30Science.com) – Roma, 5 lug. – Con la firma dei Ministri Maria Cristina Messa (MUR), Giancarlo Giorgetti (MISE) e del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, il Sistema ARGO, vede rinnovato il suo Protocollo istitutivo fino al 2023 con uno stanziamento previsto di oltre 10 milioni di euro e la prospettiva di estensione al livello nazionale del progetto.

Nato nel 2018, il sistema Argo è un’iniziativa, coordinata da Area Science Park, che mette in rete competenze e infrastrutture tecnologiche per creare un sistema unico, virtuoso e qualificato. Circa 50 partner, realtà pubbliche e aziende, sviluppano in sinergia progetti complessi focalizzati su quattro asset: la trasformazione digitale delle imprese (IP4FVG), la piattaforma di genomica ed epigenomica, la generazione di impresa, la promozione di insediamenti industriali eco-innovativi nell’area retroportuale di Trieste. Con il rinnovo del protocollo, il Sistema ARGO entra in una fase pienamente operativa, con l’obiettivo di consolidare i suoi asset, secondo un modello hub & spoke.

Accompagnata dal Presidente di Area Science Park Caterina Petrillo, Maria Cristina Messa, ha avuto modo di conoscere le principali linee di attività dell’ente nazionale di ricerca Area Science Park e di visitare alcune delle infrastrutture a esse connesse come il Data Center Orfeo e il Laboratorio di Genomica ed Epigenomica (LAGE). Orfeo è un moderno data center che offre al mondo della ricerca e dell’impresa servizi avanzati di calcolo e data analisi ed è in grado di erogare oltre 4 milioni di ore all’anno nelle sue diverse tipologie. LAGE è una facility dedicata alle analisi di sequenze su DNA e RNA e genotipizzazione, ampiamente utilizzata, nell’ultimo anno, per l’analisi e il sequenziamento del SARS-CoV-2 e delle sue varianti.

Il Ministro Messa ha, inoltre, visitato alcuni dei centri di ricerca e delle aziende attive nel parco scientifico e tecnologico: Elettra Sincrotrone Trieste, ICGEB e i laboratori di ricerca e sviluppo di Alifax. Il secondo giorno è dedicato all’incontro con i rappresentanti degli enti del SiS FVG, il sistema Scientifico e dell’innovazione del Friuli Venezia Giulia e vede la partecipazione di Alessia Rosolen, l’Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia con un intervento dal titolo “Ricerca & Innovazione in Friuli Venezia Giulia: panoramica, sfide e opportunità”.

Il rinnovo del Sistema Argo

ARGO, il sistema per l’innovazione di processi e prodotti, di cui Area Science Park è il coordinatore, vede rinnovato il suo Protocollo istitutivo fino al 2023 con uno stanziamento nel triennio di oltre 10 milioni di euro, grazie alla firma dei Ministri Maria Cristina Messa (MUR), Giancarlo Giorgetti (MISE) e del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga.

Con il rinnovo del protocollo, il Sistema ARGO entra in una fase pienamente operativa, con l’obiettivo di consolidare i suoi asset, secondo un modello hub & spoke. Il Sistema si fonda su 4 asset principali: Industry Platform 4 FVG, Piattaforme Scientifiche e Tecnologiche, Insediamenti Industriali Eco Innovativi e Lab for Tech.

Industry Platform 4 FVG

IP4FVG è il Digital Innovation Hub del Friuli Venezia Giulia che aiuta le imprese e la PA a rispondere alle sfide imposte dalla transizione digitale. Riunisce 30 partner pubblici e privati attivi sul territorio regionale e coinvolge una comunità di oltre 1700 tra imprenditori, tecnici e professionisti attivi in Friuli Venezia Giulia. Si articola in 4 Nodi specializzati in altrettante tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0 che sviluppano e gestiscono 4 dimostratori, laboratori attrezzati dove imprese, tecnici e professionisti possono testare tecnologie innovative prima di implementarle nei processi produttivi. Altro elemento centrale è la formazione: IP4FVG ha sinora coinvolto nelle sue attività formative quasi 3.500 persone per un totale di oltre 500 ore di formazione sui temi della trasformazione digitale erogati alle imprese.

Il prossimo triennio vedrà il consolidamento e l’arricchimento dei Nodi IP4FVG sugli ambiti verticali di applicazione e il coinvolgimento di ulteriori imprese di tutti i settori target nelle attività. In accordo al modello di European Digital Innovation Hub (EDIH), le attività saranno progressivamente rafforzate e strutturate attraverso quattro principali linee di attività, corrispondenti alle tipologie di servizi messi a disposizione del territorio: test before invest; skills and training; innovation ecosystem & networking; access to finance. Nel prossimo triennio verrà avviata l’estensione nazionale del modello IP4.

Piattaforme Scientifiche e Tecnologiche

L’Asset mette a disposizione di numerose tipologie di soggetti le migliori risorse scientifico-tecnologiche per realizzare progetti di innovazione e attività sperimentali e dare la possibilità di usufruire di servizi di eccellenza. Durante il triennio 2018-2021 le iniziative e i progetti in quest’ambito si sono focalizzati nel completamento della Piattaforma di Genomica ed Epigenomica e nella costruzione e messa in opera del data center Orfeo, entrambi utilizzati per l’analisi del SARS-CoV-2 e delle sue varianti. Sono stati effettuati investimenti per 2,15 milioni di euro e acquisite due strumentazioni di ultima generazione. Sono stati inoltre siglati 15 accordi per l’utilizzo delle piattaforme. Attualmente sono 34 i progetti di ricerca attivi.

Nel prossimo triennio, al potenziamento dell’offerta infrastrutturale e scientifica, verrà sempre affiancato lo sviluppo di strumenti abilitanti per la gestione, l’utilizzazione e la valorizzazione delle Piattaforme Tecnologiche in modalità open. In particolare, nel triennio 2021‐2023 si punterà all’integrazione ulteriore delle facility e della strumentazione messa a disposizione dal Progetto PON BIO Open Lab, allo sviluppo di una facility di Imaging Scientifico anche in relazione alla costituzione e all’avvio della Piattaforma Materiali.

Insediamenti Industriali Eco Innovativi (Industrial Innovation Harbour)

Facendo tesoro dell’esperienza maturata da Area Science Park nella gestione di insediamenti nel parco scientifico, negli oltre quarant’anni di vita, l’asset progetta e sperimenta nuovi approcci per rispondere all’esigenza di stimolare insediamenti in nell’area retroportuale di Trieste con un modello di hub industriale innovativo, capace di attrarre investimenti, beneficiando delle sinergie tra infrastrutture logistiche, vantaggi del regime di Punto Franco di Trieste e istituzioni di ricerca del territorio regionale. Dal 2018 sono stati creati 1800 mq di insediamenti industriali e avviate 8 negoziazioni per nuovi insediamenti.

Nel triennio 2021-2023, l’obiettivo è ampliare ed espandere il raggio d’azione seguendo le direttrici di attrattività, competitività e sostenibilità con l’obiettivo di generare nuovi modelli di intervento e casi concreti di realizzazione da poter ottimizzare ed esportare nel contesto del Sistema ARGO sulla scala pluri-regionale e internazionale. Si continuerà a incoraggiare l’economia circolare e in particolare la simbiosi industriale, la decarbonizzazione del sistema economico, la riduzione delle emissioni, il risparmio energetico.

Lab For Tech (High Impact Net)

L’asset nasce dall’esperienza dell’in-house incubatore Innovation Factory per favorire lo sviluppo e la generazione di imprese a elevato tasso di innovazione, che contribuiscano a sviluppare il tessuto imprenditoriale con modelli di business basati sull’innovazione tecnologica digitale. L’attività prevede la messa a sistema delle competenze presenti sui territori di riferimento e la verticalizzazione dei servizi di incubazione in settori industriali/tecnologici specifici.

Gli obiettivi 2023 sono orientanti alla creazione e coordinamento di un sistema integrato per la generazione d’imprese innovative basato su due livelli: un Hub che dovrà garantire la gestione integrata dell’ecosistema di supporto alle start up innovative e la nascita di nodi operativi (rete di incubatori) per l’erogazione dei servizi di pre-incubazione, incubazione e accelerazione e per la fornitura del capitale necessario all’avvio delle start up (seed capital) in un’ottica investment-driven.(30Science.com)

X