La foto della Settimana dall’Esa: le Isole Frisone

2 Lug, 2021
News | Scienza

Crediti: contiene dati modificati di Copernicus Sentinel (2020), elaborati dall’ESA

(30Science.com) Roma, 2 lug. – Nella foto della settimana si vede una parte delle Isole Frisone, un arcipelago basso appena al largo della costa del Nord Europa. L’immagine è catturata dalla missione Copernicus Sentinel-2. Le Isole Frisone si estendono dal nord-ovest dei Paesi Bassi attraverso la Germania fino all’ovest della Danimarca. Sebbene siano considerate una singola caratteristica fisica, sono divise in Isole Frisone Occidentali, Orientali e Settentrionali – con le Isole Frisone Settentrionali visibili qui.

Le Isole Frisone Settentrionali sono divise tra Germania e Danimarca. Ci sono quattro isole più grandi che compongono l’arcipelago: Sylt, Föhr, Amrum e Pellworm. Sylt, la più grande dell’arcipelago, è di circa 100 kmq ed è nota per la caratteristica forma del suo litorale. Sylt si estende in lunghezza per oltre 35 km e, in alcuni punti, è larga solo 1 km. Una spiaggia sabbiosa si estende lungo la costa occidentale delle isole, ma ha iniziato a erodersi a causa delle maree tempestose. L’isola più settentrionale della Germania, è collegata alla terraferma dall’Hindenburgdamm, una strada rialzata lunga 11 km.

Il mare di Wadden sul lato orientale delle isole, tra Sylt e la terraferma, fa parte del Parco nazionale del mare di Wadden dello Schleswig-Holstein ed è una riserva naturale e un santuario degli uccelli dal 1935. Le isole di Föhr e Amrum sono visibili a sud-est di Sylt. La più grande Föhr è chiamata “l‘isola verde” perché è riparata dalle tempeste del Mare del Nord dalle isole vicine. L’isola di Amrum presenta un’estesa spiaggia lungo la sua costa occidentale, che si affaccia sul Mare del Nord. La costa orientale confina con le distese fangose ​​e le insenature di marea del mare di Wadden. Le tre isole bianche visibili sotto Amrum sono le Isole Frisone Settentrionali. Questi banchi di sabbia, o banchi, fungono da frangiflutti naturale per le isole minori più vicine alla terraferma. Appena ad est di questi si trova l’isola di Pellworm. A nord di Sylt si trovano le isole danesi di Rømø, Mandø e, infine, Fanø. In alto a sinistra dell’immagine, è visibile una grande fioritura algale in verde smeraldo. Negli ultimi anni nel Mare del Nord si sono verificate fioriture algali dannose causate da un’eccessiva crescita di alghe marine e i dati satellitari sono stati utilizzati per monitorare la loro crescita e diffusione. Questi dati possono quindi essere utilizzati per aiutare a sviluppare sistemi di allarme per mitigare gli impatti dannosi per il turismo e le industrie della pesca.(30Science.com)

X