Eclissi solare del 10 giugno 2021: “anello di fuoco” o “bacio rubato”

11 Giu, 2021
Alessandro Berlingeri
News | spazio

(30Science.com) – Roma, 11 giu. – La mattina di ieri ha regalato al pianeta Terra una nuova eclissi di Sole. L’eclissi anulare, che è stata ribattezzata “ring of fire”, anello di fuoco, è stata visibile solo in alcune aree all’estremo Nord del pianeta, mentre da gran parte d’Europa e dal Nord Italia è stato possibile osservare una eclissi parziale.

Il fenomeno dell’eclissi anulare di Sole si ha quando la Luna si interpone tra la Terra e la nostra stella, ma resta un luminoso bordo scoperto attorno alla sagoma scura della Luna, un anello di fuoco. Si è trattato di un’eclissi anulare e non totale poiché la Luna aveva superato solo da 57 ore l’apogeo, il suo punto più lontano dalla Terra durante la sua orbita, quindi appariva un po’ più piccola del solito e più piccola del disco apparente del Sole.

Le zone del pianeta che si sono trovate al centro del cono d’ombra della Luna sono state: Circolo Polare Artico, Groenlandia, Canada e Russia settentrionale.

Nelle regioni del Nord Italia il disco solare è stato coperto in minima parte ottenendo così un’eclissi parziale. Ad esempio, osservando da Milano l’eclissi ha avuto inizio alle 11:35, con una percentuale massima di oscuramento del 3,5% alle ore 12:18, per poi terminare alle 13:03.

Da Roma il fenomeno non è stato visibile perché troppo distante dal cono d’ombra della Luna. Alla stessa ora, attorno alle 12:20, c’è stato però un avvicinamento apparente tra i due corpi celesti, che si sono sfiorati in un “bacio rubato”, senza però toccarsi.

Nel mondo si sono susseguiti scatti incredibili di quello che è sempre stato uno dei fenomeni astronomici più suggestivi. Ad esempio, questa splendida foto pubblicata sul sito della NASA, la quale ha dedicato all’eclissi anche la sua Astronomy Picture of the Day di oggi. (30Science.com)

 

Adoravo parlare di Fantascienza con mia madre prima di dormire e tirar fuori strane teorie anziché ascoltare le favole della buonanotte. La conseguenza? Una laurea in Fisica all’Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" con una tesi sui “Metodi per la Ricerca di Pianeti Extrasolari”. Mi dedico dal 2008 alla Divulgazione Scientifica ovunque sia possibile, nelle scuole, in grandi eventi pubblici, in musei, in grandi strutture scientifiche di Roma, radio, televisione, internet.. ovunque! Ho affiancato il tutto alle mie passioni di tutta una vita: il nuoto, la musica, il cinema ed ogni sfaccettatura nerd che si possa immaginare.
X